Il lavoro riguarderebbe un miglioramento sulle telecamere per tradurre al meglio la velocità delle auto sugli schermi

Dean Locke, capo del reparto TV e media della Formula 1, ha parlato ad Autosport del lavoro che si sta svolgendo al fine di migliorare il servizio televisivo per tutti gli appassionati che seguono da casa i GP. L’idea è quella di rendere le inquadrature maggiormente aggressive per trasmettere al meglio il senso di velocità che la nuova generazione di monoposto può trasmettere ai telespettatori: ”Stiamo lavorando moltissimo in vista del 2019 per trasmettere al massimo le emozioni e le performance che queste macchine offrono – ha esordito Locke – Stiamo ripensando alla posizione delle telecamere, partendo dall’idea che quando sei in tribuna e le guardi dici ”incredibili, vero?”.

”Gli angoli delle riprese o gli obiettivi possono ingannare parecchio e rendere le macchine meno veloci. Dunque abbiamo esaminato diversi trucchi per migliorare le cose. Siamo sempre stati bravi a mostrare l’alta velocità delle macchine, facendole sembrare più aggressive e spigolose. Ci sono state alcune piste come il Giappone dove abbiamo mostrato la grandissima velocità espressa da queste vetture. Si lavora su tutto, come sul suono dei motori che dal 2014 in avanti è migliorato moltissimo. L’audio è tutta un’altra cosa rispetto ad allora”.

”Per migliorare, abbiamo stretto una partnership con Amazon Web Services che ci permetterà di aggiungere ulteriori elementi alla grafica sullo schermo. Usiamo la loro piattaforma per i dati, le informazioni ed alcuni elementi grafici. Si tratta di uno strumento molto potente e la stiamo conoscendo sempre meglio. Quest’anno introdurremo dati maggiori sull’utilizzo delle gomme basandoci su quelli che vengono raccolti nelle prove del venerdì e del sabato. Se riusciremo a facilitare la comprensione di tutto questo, sarà una grande vittoria per noi”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: