Il Team Principal della Red Bull ha condannato duramente il tentativo di sorpasso di Lewis Hamilton che ha portato al pauroso incidente di Verstappen.

Il GP di Gran Bretagna ha segnato un momento chiave nella lotta mondiale tra Lewis Hamilton e Max Verstappen. A Silverstone ha infatti avuto luogo, per la prima volta in stagione, un serio contatto tra i due pretendenti al titolo, risoltosi nello spaventoso incidente dell’olandese alla Copse. In seguito all’incidente i commissari hanno inflitto al pilota inglese una penalità di 10 secondi, dopo la quale Hamilton è stato molto bravo a recuperare Charles Leclerc e a conquistare la vittoria del Gran Premio di casa. L’entità della sanzione rimane tuttavia un argomento molto caldo: da un lato, alcuni ritengono Verstappen parzialmente responsabile del contatto, dato che l’olandese avrebbe potuto concedere più spazio al rivale, e quindi giudicano l’incidente un contatto di gara; dall’altro, in molti sostengono che la manovra di Hamilton, vista la pericolosità dell’incidente occorso al leader del mondiale, meritasse una sanzione più severa.

Di questo avviso è anche Christian Horner, Team Principal della Red Bull, che pochi minuti dopo l’incidente, ai microfoni di F1.com, ha usato toni durissimi nei confronti del pilota della Mercedes: “Per me è tutto molto chiaro: Lewis si è gettato all’interno in una delle curve più veloci del campionato. Sono anni che guida su questa pista, dovrebbe sapere che non si fa. Grazie a Dio il risultato non è stato un grave infortunio o qualcosa di peggio per Max, che ha dovuto sostenere un impatto di 51G. Fortunatamente è riuscito ad uscire sulle sue gambe, questa è la miglior notizia della giornata. Era davvero frastornato, ma abbiamo tirato un sospiro di sollievo quando l’abbiamo visto uscire dalla macchina”.

Si è trattato di una manovra disperata.” – ha proseguito Horner durante il regime di bandiera rossa – Lewis non è riuscito a completare il sorpasso nella prima parte del giro, che ovviamente era il suo obiettivo, quindi ha deciso di buttarsi all’interno della Copse. Non si fa, soprattutto in una delle curve più veloci del mondo. Ha giocato sporco.

Al termine della gara il Team Principal della Red Bull ha rincarato la dose ai microfoni di Sky Sports UK: “Lewis è un campione del mondo e non dovrebbe effettuare manovre come quella. E’ inaccettabile. Spero che sia contento di quello che ha fatto, ha messo in pericolo un pilota che deve recarsi in ospedale a scopo precauzionale dopo un impatto di 51G. […] Per me, questa è una vittoria vuota“.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: