F1- A circa 10 minuti dall’inizio della seconda sessione di prove libere, i due contendenti al titolo hanno dato via ad uno “show” non previsto…

F1- Hamilton e Verstappen non riescono a non causare “spettacolo”. È dal gran premio d’Inghilterra che i due si battibeccano, sia dentro che fuori la pista: iniziò tutto con la sportellata a Silverstone, nel circuito di casa di Lewis, per poi progredire in Italia, quando Max è salito sopra Hamilton, e la storia non sembra volersi concludere.

Infatti, a sei gare dal termine, sembra che tra i due non sia finita, anzi. Nell’ultima sessione di prove libere, dopo che l’olandese in forza alla Red Bull ha sorpassato Hamilton nel giro di lancio – violando il consueto gentleman agreement – ha subito, a sua volta, un controsorpasso, da parte dello stesso Hamilton, allargandolo e portandolo fuori pista nel rettilineo principale.

Max Verstappen ha reagito accelerando. Il risultato? un ruota a ruota che ha avuto dell’incredibile, specialmente se tutto ciò è successo nelle prove libere. I due, infatti, si sono sfiorati, con le due vetture incollate tra di loro, e nessuna delle due voleva cedere la posizione. Alla fine del duello è stato proprio l’olandese a “mollare”, andando, poi, ad insultare il suo rivale in radio con un sonoro “Stupid idiot“, mostrandogli anche il dito medio (come di consueto, da parte del giovane Max).

f1

La reazione dei team

La tensione tra i due team è molto alta, perché siamo agli sgoccioli del mondiale, e nessuna delle due scuderie vuole mollare, proprio adesso sul più bello.

Christian Horner, insieme al suo team, si sono sempre lamentati circa le prestazioni di questo “super” motore Mercedes, infatti, ha dichiarato: “La Mercedes ha fatto un passo avanti come velocità in rettilineo e facciamo fatica ad avvicinarci con il solo assetto. Penso che la Mercedes stia ottimizzando un dispositivo che consente più velocità in rettilineo. Se guardi la parte posteriore della loro macchina è come se si abbassasse.”
Wolff, team principal Mercedes, risponde così: “È uno sport in cui tutti gli avversari cercheranno sempre di scoprire se esiste una sorta di proiettile d’argento – ha detto – è una cosa che non esiste, sono tutti piccoli guadagni marginali che portano prestazioni. Lavoriamo sulla macchina per migliorare le prestazioni senza curarci troppo del rumore degli altri”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: