La Mercedes di Hamilton ottiene l’ennesima pole in una F1 che non offre spunti di interesse. Secondo Bottas davanti alle Red Bull e Perez. Vettel e Leclerc chiudono fuori dai primi dieci.

Lewis Hamilton non ha praticamente avuto rivali neanche a Sakhir, dopo nel terz’ultimo appuntamento della F1 2020 ha staccato un’altra pole position. La Mercedes #44 è di nuovo davanti, con il campione del mondo che ha stabilito il nuovo record della pista girando in 1’27”264 con gomma Soft. Nulla da fare per Valtteri Bottas, secondo con 289 millesimi di ritardo, ma bravo comunque a prendersi la prima fila nel finale. Troppo forte la W11 per la Red Bull targata Honda di Max Verstappen, terzo in 1’27”678. L’olandese ci ha provato ad insidiare la seconda Mercedes, ma il gap prestazionale tra le due vetture è troppo evidente.

Quarto Alexander Albon, il quale ha raddrizzato un week-end nato malissimo dopo il botto nelle libere. Continua il momento d’oro di Sergio Perez che ha condotto la Racing Point in quinta piazza, riuscendo a beffare nel finale le Renault di Daniel Ricciardo ed Esteban Ocon. Bene le AlphaTauri di Pierre Gasly e Daniil Kvyat, rispettivamente ottavo e decimi. Nel mezzo, la McLaren di Lando Norris. Assenti ingiustificate le Ferrari: Sebastian Vettel e Charles Leclerc sono undicesimo e dodicesimo, restando fuori dalla top ten per la seconda qualifica consecutiva. Troppa la differenza di potenza con gli altri per pensare di competere, un ritorno alla normalità dopo il podio di due settimane fa.

Nel Q1 restano esclusi ben quattro motori Ferrari, con le Alfa Romeo Racing di Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen che fanno meglio delle Haas. Buona la prova del pugliese, nettamente davanti al compagno di squadra. Kevin Magnussen fa meglio di Romain Grosjean, mentre in chiusura c’è la Williams di Nicholas Latifi. Eccellente la prova di George Russell, in grado di accedere alla fase successiva.

Il Q2 vede Carlos Sainz fermarsi in pista alla prima curva. La vettura dello spagnolo si spegne, costringendolo a restare escluso con il quindicesimo tempo. Il tutto porta i commissari all’esposizione della bandiera rossa. Una volta ricevuto il via libera, tutti i piloti tranne Russell tornano in pista con la gomma Media. Ne fanno le spese entrambe le Ferrari, con Vettel escluso con l’undicesimo tempo davanti a Leclerc. Escluso a sorpresa anche Lance Stroll, che chiude tredicesimo davanti al britannico della Williams ed allo sfortunato Sainz. Tutti i primi dieci scatteranno con la mescola gialla. Alle 15:10 di domani la partenza della gara.

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: