La Red Bull dell’olandese Verstappen sale in cattedra, staccando Hamilton di 3 decimi. Remano le Ferrari

Le ultime libere del Gran Premio del Bahrain hanno regalato una bella sorpresa. Max Verstappen ha infatti ottenuto la miglior prestazione a bordo della sua Red Bull targata Honda, girando in 1’28’’355 con gomma Soft. La Mercedes è stata costretta ad accontentarsi del secondo e terzo tempo, con Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas. Il campione del mondo accusa un gap di 263 millesimi dal battistrada, con una W11 che resta grande favorita per la prima fila. Il quarto tempo è di Alexander Albon, primo di coloro che non sono riusciti ad abbattere il muro dell’1’29’’.

Dietro al poker di testa c’è il vuoto. Positiva la prova delle McLaren, con Carlos Sainz quinto e Lando Norris settimo. Nel mezzo c’è l’AlphaTauri di Pierre Gasly, mentre Daniil Kvyat è ottavo, confermando la vettura di Faenza come grande sorpresa di Sakhir. Deludono le Racing Point, le quali chiudono la top ten con Lance Stroll che precede Sergio Perez. Per il momento non convincono neanche le Renault che non vanno oltre l’undicesimo ed il dodicesimo posto. Daniel Ricciardo è davanti ad Esteban Ocon, ma le giallone sono sempre stato molto competitive su tracciati dove conta la potenza.

Immagine

Molto male le due Ferrari: Sebastian Vettel è tredicesimo, seguito dall’Alfa Romeo Racing di Antonio Giovinazzi e da Charles Leclerc. Le rosse continuano a palesare gravi mancanze di potenza, che le relegano nelle ultime posizioni anche nelle velocità di punta. Bravo George Russell che porta la Williams davanti alle Haas di Romain Grosjean e Kevin Magnussen. In chiusura ci sono Kimi Raikkonen e Nicholas Latifi. Alle 15 le qualifiche.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: