Il Team Principal della Mercedes si era schierato dalla parte dei tifosi della Ferrari, delusi per gli scarsi risultati della Scuderia diretta da Binotto in questo 2020.

A meno di grandi sorprese nel finale di stagione, il 2020 sarà ricordato come uno degli anni peggiori della storia della Ferrari in F1. La SF1000 rappresenta un progetto fallimentare, che non permette a Charles Leclerc e Sebastian Vettel di lottare costantemente per il podio. Il disastroso weekend di Spa ha rappresentato il punto più basso degli ultimi dieci anni del Cavallino Rampante, gettando al centro delle critiche Mattia Binotto. Il ruolo di Team Principal comincia a pesare sulle spalle dell’ingegnere italo-svizzero, che si trova in evidente difficoltà, sia dal punto di vista manageriale sia dal punto di vista comunicativo, nel gestire una situazione disperata.

Wolff Ferrari

Sulla crisi della Ferrari si è espresso, durante il weekend del GP del Belgio, anche Toto Wolff. Il manager austriaco si è detto dispiaciuto della situazione della Scuderia di Maranello, che non rappresenta più una minaccia al dominio Mercedes: “La Ferrari è un marchio unico ed iconico, che deve lottare per la vittoria. Questa situazione non va bene per la Formula 1 e non va bene per la concorrenza davanti. Nessuno, dai tifosi ai dipendenti Ferrari, merita un risultato del genere. Forse dipende dalle decisioni che sono state prese all’interno del team, da alcuni membri della squadra”. Frasi, soprattutto l’ultima, che rappresentano una frecciatina a Binotto, il cui rapporto con Wolff è andato a deteriorarsi dopo le tante vicende politiche che hanno contrapposto Ferrari e Mercedes.

Al termine del fine settimana in Vallonia, il Team Principal della Ferrari ha risposto a queste dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport F1: “So che ci sono persone in altri team a cui piace parlare della nostra situazione e dei nostri tifosi. Non ho niente da dirgli. So cosa sta succedendo con i nostri fan. Io stesso sono un tifoso, perciò sono consapevole della situazione. Lavoro in questa azienda da 25 anni. Conosciamo le nostre priorità e sappiamo che in Formula 1 non ci sono segreti. Devi solo progredire più velocemente possibile e provare a porti le giuste priorità”.

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: