Hamilton e la Mercedes fanno il vuoto a Barcellona con Bottas secondo davanti a Verstappen. Quarto Ricciardo davanti ad un grande Grosjean, poi la Ferrari con Leclerc.

Le Mercedes spadroneggiano anche nelle libere pomeridiane del Gran Premio di Spagna. Lewis Hamilton è in palla sul tracciato di Barcellona ed ha siglato il miglior tempo con gomma Soft, girando in 1’16”883. Il campione del mondo è stato di un decimo più lento rispetto al riferimento del compagno di squadra Valtteri Bottas in mattinata, ma va detto che le temperature si sono alzate notevolmente nelle ultime ore. Il finlandese è secondo con un gap di 287 millesimi dal compagno di squadra, ma non sembra averne il passo per sfidarlo. Spaventoso il ritmo gara mostrato dall’iridato, specialmente con le Medie che hanno dimostrato un’ottima tenuta sulla freccia nera.

Terzo Max Verstappen con la Red Bull targata Honda. L’olandese ha palesato una grande velocità nel primo settore, per poi pagare nei settori più guidati girando in 1’17”704. Il ritardo di otto decimi è consistente, ma il ritmo sul passo gara ha confermato che la RB16 potrà giocarsela con la W11 dopo la vittoria di Silverstone. In quarta e quinta posizione troviamo due sorprese: Daniel Ricciardo con la Renault si è messo alle spalle un eccellente Romain Grosjean, il quale ha confermato il buono stato di forma della Haas. L’australiano paga solo un decimo rispetto a Verstappen, mentre il francese si è messo alle spalle la Ferrari di Charles Leclerc per appena 14 millesimi. Il monegasco ha girato in 1’18”147, vale a dire ad un secondo e due da Hamilton che qui a Barcellona appare in controllo. La rossa ha dato comunque l’impressione di potersi giocare la seconda fila, visto che aveva un discreto carico di carburante nel tentativo di simulazione di qualifica. Solo dodicesimo Sebastian Vettel, a poco più di due decimi da Leclerc.

Non benissimo la Racing Point, con il rientrante Sergio Perez ottavo dietro alla McLaren di Carlos Sainz e Lance Stroll undicesimo. Tra di loro si issano Esteban Ocon e Pierre Gasly al volante dell’AlphaTauri. Malissimo Alexander Albon, tredicesimo e davanti a Lando Norris e Daniil Kvyat. Dietro al russo c’è Kevin Magnussen, il quale ha preceduto le Alfa Romeo Racing e le Williams. Kimi Raikkonen è riuscito a precedere Antonio Giovinazzi, così come Nicholas Latifi ha avuto per la prima volta ragione di George Russell. Alle 12 di domani le terze libere.

Immagine

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: