F1 NewsFormula 1Notizie F1

F1 – A Spa si torna in pista: che finale di stagione ci attende?

La F1 si appresta a tornare in pista con il GP del Belgio, che darà il via ad un intrigante finale di campionato.

Dopo la solita interminabile attesa, finalmente si avvicina la fine della pausa estiva e il ritorno in pista della F1. Al rientro dalle vacanze il circus vivrà un vero tour de force, con tre Gran Premi in rapida successione. Ad aprire la parte finale di stagione sarà, come d’usanza, il GP del Belgio, che si terrà sullo storico e meraviglioso tracciato di Spa-Francorchamps, mentre nei due weekend successivi si correrà a Zandvoort e Monza. Questo trittico di gare su tracciati leggendari rappresenterà senza dubbio il momento più importante della seconda parte di campionato: per Max Verstappen l’obiettivo sarà almeno mantenere il cospicuo vantaggio in classifica sul gruppo degli inseguitori, che comprende Charles Leclerc, Sergio Pérez, Carlos Sainz e i due piloti della Mercedes, per blindare il secondo titolo mondiale ancor prima delle trasferte in Asia e America.

La lotta tra Ferrari e Red Bull rimarrà senza dubbio il grande tema del finale di stagione. Il vantaggio della F1-75 e della RB18 sulla concorrenza resta, nonostante il lento e progressivo recupero della Mercedes, ancora considerevole. La tripletta di gare segnerà il momento della verità per la Scuderia di Maranello: dopo gli innumerevoli punti persi per affidabilità ed errori, i titoli mondiali sembrano ormai irraggiungibili per la Rossa, quindi l’obiettivo resterà la vittoria di tappa. L’andamento degli ultimi eventi dipenderà moltissimo, però, dagli aggiornamenti che i team introdurranno a Spa: la Red Bull, storicamente una delle migliori squadre a livello di sviluppi, è pronta ad introdurre un telaio più leggero, mentre la Ferrari punta molto sulla nuova parte ibrida della Power Unit, da omologare prima del 1 settembre. Vista la sostanziale parità in termini di performance tra le due vetture, sarà avvantaggiato chi ha lavorato meglio nelle ultime settimane.

ferrari f1 Marko

La Mercedes, però, è la grande mina vagante delle ultime nove gare. Nonostante un’enorme differenza di prestazioni tra le due vetture nella maggior parte delle prime tredici gare, la Stella è riuscita a contenere il distacco dalla Ferrari in Classifica Costruttori ad appena trenta punti. I frequenti errori operazionali della Scuderia di Maranello hanno riportato il team di Brackley in piena corsa per il secondo posto grazie alla costanza dei piloti, all’affidabilità della W13 e alla sagacia del muretto. Anche la Mercedes punterà molto sugli ultimi aggiornamenti per chiudere il gap dalle due squadre di vertice, con l’obiettivo di ottenere la tanto agognata prima vittoria stagionale. Anche il duello interno, per ora amichevole, tra George Russell e Lewis Hamilton rappresenterà sicuramente un tema da tenere d’occhio, dato che i due britannici sono vicinissimi in termini di prestazioni e di punti in classifica.

Da Spa entrerà poi in vigore la tanto discussa Direttiva Tecnica anti-porpoising e anti-flessione del fondo, che la Mercedes, al contrario di Red Bull e Ferrari, ha sostenuto in maniera convinta. I due top team sono stati indicati come quelli che hanno maggiormente sfruttato una zona grigia proprio per quanto concerne la misurazione della flessione dei fondi, ottenendone un vantaggio prestazionale. La FIA ha tuttavia scoperto e chiarito questa dinamica regolamentare, che non fa la differenza a livello prestazionale ma può certamente modificare, seppur di poco, i rapporti di forza in vetta. Il porpoising sarà definitivamente sconfitto con l’introduzione del nuovo parametro? Chi uscirà favorito dalle modifiche alle misurazioni sulla regolarità del fondo? Ci saranno ulteriori polemiche di stampo tecnico? In Belgio ne sapremo di più.

L’ultima parte di stagione sarà molto interessante anche a centro gruppo. Alpine e McLaren, oltre ad essere protagoniste di una lotta infuocata per assicurarsi le prestazioni di Oscar Piastri nel 2023, si sfideranno per ottenere la quarta posizione nel Campionato Costruttori, che vale parecchi milioni di Dollari. Interessante sarà seguire l’andamento delle ultime gare nella scuderia anglo-francese di Fernando Alonso, promesso sposo della Aston Martin nel 2023, e degli ultimi momenti in F1 di Sebastian Vettel, che ad Abu Dhabi dirà addio al circus. Senza dimenticare il mercato piloti: oltre al caso-Piastri, tengono banco le situazioni di Daniel Ricciardo e Mick Schumacher, con anche Alfa Romeo e Williams che devono confermare la propria seconda guida.

Gianmaria Lera

F1 writer for Newsf1.it | FIA accredited | 📍Lucca

Lascia un commento