La Volkswagen investirà 250 milioni di euro nella creazione di una rete capillare di ricarica per automobili EV. Le infrastrutture sorgeranno in tutta Europa per un totale di 36.000 punti di ricarica entro il 2025. In cinque anni e mezzo le città saranno dotate di una rete di colonnine sparse in punti strategici, alcune delle quali saranno installate nelle sedi Volkswagen e nelle concessionarie della casa tedesca.

Attraverso la Consociata per l’infrastruttura di ricarica Elli (Electric Life) e il suo servizio di ricarica “We Charge”, la Volkswagen renderà accessibile il servizio di ricarica ed amplierà il suo business nella corsa all’elettrico.

L’infrastruttura di ricarica diventerà sempre più il fattore determinante per la rapida svolta verso la mobilità elettrica in Germania – ha spiegato Thomas Ulbrich, Membro del Consiglio d’Amministrazione Volkswagen – La ricarica di un’auto elettrica deve diventare facile e intuitiva come la ricarica di uno smartphone. Per questo motivo, abbiamo bisogno prima di tutto di aumentare sensibilmente le colonnine di ricarica negli spazi pubblici, come anche di regole semplici per l’installazione della wallbox.  La Volkswagen vuole dare un segnale e si impegna su tutti i livelli per lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica”.

In futuro il 70% delle ricariche, secondo uno studio della Volkswagen, avverrà facilmente presso i luoghi di lavoro o a casa. Un quarto delle operazioni di ricarica sarà compiuto, invece, presso colonnine di ricarica pubbliche. Volkswagen ha iniziato la sua era elettrica, con la nuova gamma ID. Oltre alla compatta ID3 che sarà presentata al Salone di Francoforte 2019, nei prossimi anni arriveranno sul mercato la berlina ID.Vizzion, il pulmino ID.Buzz e il SUV ID.Crozz.

La mobilità elettrica in Germania ha il potenziale di diventare una vera storia di successo. Se l’economia e la politica unissero le loro forze, potremmo affrontare rapidamente la sfida dell’infrastruttura di ricarica. Allo stesso modo, possiamo gestire la trasformazione strutturale nella nostra industria lavorando insieme”, ha chiosato Thomas Ulbrich.

Le prime colonnine di ricarica rapida, infatti, saranno ultimate a giugno 2019 nella città di Wolfsburg. Sede principale del marchio tedesco che celebrerà il suo 80° compleanno. L’Accordo di Coalizione prevede che, entro il 2020, in Germania sorgeranno oltre 100.000 punti di ricarica pubblici. Un futuro green in smart city ecosostenibili passa anche da investimenti progressisti come quello della Volkswagen e da una politica che permetta la nascita di infrastrutture di ricarica in tempi ragionevoli.