Il sei volte campione del mondo WRC, Sébastien Ogier, ha confermato che si ritirerà alla fine del 2020 ma prima testerà il mostro elettrico che prenderà parte alla serie di Extreme E.

A Goodwood nei giorni del Festival della velocità ha fatto il suo debutto ed ora il SUV elettrico Odyssey 21 avrà un tester d’eccezione: Sébastien Ogier. Il campione del mondo di rally avrà il ruolo di consulente tecnico e sportivo del nuovo campionato elettrico dei SUV. Ogier metterà a punto la Odyssey 21 prima del debutto ufficiale nel 2021.

Sébastien è fra i piloti più talentuosi nella storia del motorsport e del rally – ha annunciato Alejandro AgagIl suo supporto nello sviluppo del campionato sarà un contributo di valore inestimabile. Non potevano scegliere uomo migliore. Averlo in uno stadio così precoce del progetto è un onore e una grossa promozione di quello che faremo con questa serie. Come noi, Sébastien vuole creare il migliore spettacolo motoristico possibile e il miglior risultato per l’ambiente e per la sostenibilità”.

Extreme E: presentata l’auto “da guerra” elettrica

Il sei volte campione del mondo WRC ha annunciato, alla vigilia del Rally di Finlandia, che rispetterà il contratto biennale che lo lega a Citroen per poi ritirarsi al termine della prossima stagione. Il transalpino si dedicherà alla famiglia ma con un occhio ai progetti “green” del motorsport come Extreme E.

Questo campionato sarà davvero qualcosa di unico: non c’è niente di simile in giro – ha dichiarato OgierEro a Goodwood e ho visto la vettura per la prima volta. La Odyssey 21 è autenticamente speciale, e da pilota sarà un privilegio lavorare al suo sviluppo sin dai primissimi stadi. Dal punto di vista sportivo, il format è interessante e molto simile a quello delle nostre prove speciali. Con lo spettacolo, poi, sensibilizzeremo un audience globale sui temi dell’impatto ambientale e della sostenibilità, che mi stanno davvero a cuore”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: