NewsF1 ha avuto ancora una volta il piacere di intervistare Gian Carlo Minardi in esclusiva sul podcast: “A ruota libera” condotto da Massimo Zecchinelli sul canale YouTube di NewsF1.

Durante questa lunga chiacchierata, basata principalmente sulla recente notizia che vede Hamilton approdare in Ferrari dal 2025, Minardi ha dichiarato che, secondo lui, Hamilton si è imbattuto in due considerazioni importanti prima di compiere questa scelta.

“Ci sono 2/3 considerazioni da fare. La prima è  la decisione di Hamilton. Tutti i piloti, come diceva Kubica, anche se vincono e stra vincono, la storia li consacra quando passano dalla Ferrari“.

“Lo dimostra il bilancio della Ferrari: piloti che non hanno vinto il mondiale ma sono ancora oggi osannati dal pubblico ferrarista e non solo. È chiaro che, uno che ha vinto tutto come Hamilton, se riesci nella Ferrari è il coronamento di una carriera fantastica“.

L’altra considerazione, secondo Minardi, riguarda il momento in cui Hamilton ha stipulato il contratto.

“Lui ha firmato il contratto ad agosto. Fino ad agosto è stato un pilota abbastanza competitivo nei confronti del suo compagno di squadra, che è il primo, avversario”.

“Una volta firmato il contratto, Russell ha ricominciato a volare e l’ha messo in grossa difficoltà. Lui [Hamilton] ha visto un progetto che non è probabilmente vincente, come la stra grande maggioranza dei team. Sappiamo dov’era Red Bull, sappiamo che ha migliorato ancora e che quindi sarà faticoso batterla“.

Hamilton ha fatto, a mio parere, una considerazione: o smetto o salto il fosso, corono il sogno di tutti i piloti e andremo a vedere cosa succede”.

“Nei due anni che Hamilton dovrebbe fare c’è il ‘25 che probabilmente vedrà gli stessi valori del ‘24, perché i team saranno tutti concentrati sulla macchina ‘26 che cambia radicalmente: sia come regolamento che motorizzazione”.

“Dopodiché cosa succederà non lo so. In Mercedes, secondo me, vanno a sposare la linea giovane, che comprenderebbe un pilota italiano. Russell è una garanzia, per cui questo l’orientamento che penso”.

“Saranno i prossimi giorni che ci diranno un po’ di più, cercando di carpire con qualche pettegolezzo cosa potrebbe succedere”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto