Durante la conferenza stampa pre-Imola, il manager austriaco è tornato a parlare del suo futuro e del rinnovo con Mercedes di Lewis Hamilton.

Negli ultimi mesi, le poche informazioni sul futuro di Toto Wolff e Lewis Hamilton hanno alimentato l’ipotesi di un grande cambiamento all’interno del team Mercedes. Tutte le voci sono state tuttavia respinte più volte sia dal manager austriaco, il cui futuro ruolo all’interno del team resta comunque incerto, sia dal campione inglese, destinato al rinnovo con la Stella. Durante la prima conferenza stampa del GP dell’Emilia Romagna, Wolff si è di nuovo espresso in merito a questi argomenti in maniera approfondita.


Per quanto riguarda il rinnovo di Hamilton, il Team Principal della Mercedes ha rivelato che: “L’ultima volta che abbiamo negoziato un accordo ci sono volute dieci ore, poi dopo aver finito ci siamo presi una pizza. A parte gli scherzi, c’è molta fiducia reciproca. Credo che al momento sia più importante conquistare i due titoli, poi sceglieremo un giorno per discutere il contratto. Lewis ha dato un contributo eccezionale al successo del team e alla popolarità della F1, avvicinando ad essa molti nuovi fan. Abbiamo onorato questo merito in passato e continueremo a farlo in futuro. Penso che non ci saranno molte differenze rispetto alle altre volte: ci siederemo, discuteremo un po’ e alla fine troveremo un compromesso che accontenti tutti quanti”.

Per quanto riguarda il proprio futuro, Wolff ha ammesso che rimarrà in Mercedes, ma che ancora non è stata decisa la carica che andrà ad assumere: “La verità è che questo lavoro è molto sfiancante per tutti. Io sento di poter ancora contribuire allo sviluppo di questo team. Mi godo molto gli weekend di gara, soprattutto da quando c’è stato il primo lockdown. Adesso devo riflettere su come strutturare il team in futuro. Come già successo con il reparto tecnico, dove c’è stato un grande passaggio di consegne, vogliamo mantenere il know-how e l’esperienza dei nostri leader più esperti all’interno dell’azienda, ma senza bloccare l’ascesa dei giovani talenti. Nei prossimi anni mi renderebbe molto fiero vedere in Mercedes un Team Principal in grado di sostituirmi e di fare meglio di me. Questo è un progetto interessante. Però non abbandonerò il team: sono un azionista e con Daimler abbiamo deciso che rimarrò. Forse avrò un’altra carica, come quella di CEO o Presidente della scuderia: Daimler mi ha lasciato libertà di scelta. Non ho deciso nulla perché non abbiamo ancora parlato della nuova struttura della squadra”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: