Mattia Binotto, lo sappiamo bene, è il team principal della Scuderia Ferrari, ma ieri in Turchia non era presente al muretto box della Ferrari come sarebbe facile aspettarsi,

si trovava in verità a Maranello collegato ovviamente con la Scuderia in remoto, l’ingegnere italiano si trovava al quartier generale della Ferrari F1 per supervisionare da vicino lo sviluppo del progetto 2022. Non è la prima volta che succede qualcosa di questo tipo, anche lo scorso anno Mattia aveva saltato qualche gara per concentrarsi sullo sviluppo della nuova monoposto che avrebbe gareggiato in questo 2021. Il progetto 2022 sembra essere ancora più importante e promettente, infatti la nuova power unit che la Ferrari ha montato prima sulla monoposto di Leclerc e poi su quella di Carlos Sainz sembra avere del grosso potenziale e con gli sblocchi regolamentare del 2022 che permetteranno ulteriori modifiche tutti auspicano che la Scuderia di Maranello possa tornare a lottare per le prime posizioni in griglia.

Secondo il Corriere della Sera Binotto sarebbe impegnato alla gestione sportiva proprio perchè “Siamo in una fase cruciale del progetto 2022” ha precisato Binotto, ora non resta che attenere al 2022 sperando che in queste ultime gare di campionato la Ferrari possa dire la sua anche a fronte di due top team come Mercedes e Red Bull.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: