Oggi è stato confermato da fonti attendibili che la
Lotus E-22 non ha avuto tutti i problemi che i motorizzati Renault hanno patito durante i 4 giorni di Jerez, solo un piccolo problema il Venerdì ma
Sabato è andato tutto liscio percorrendo 100 km senza intoppi. 

Anche Horner ridimensiona il disastro visto a Jerez de la Frontera,  ammettendo che la RB10 ha qualche problema e rimanendo fiducioso nel lavoro che sta svolgendo la Renault .
Ecco cosa ha detto Horner a

Sky Sport News

” Dobbiamo sistemare qualcosa, ma non è così grave come potrebbe sembrare. Certamente anche Renault ha problemi da analizzare. Bisogna dire però che anche il piu’ piccolo problema, può diventare enorme su monoposto così complicate.

” C’è molto lavoro da fare ma c’è il tempo per riuscirci da qui alla prima gara. Il test in Bahrein, programmato per la prossima settimana sarà fondamentale e stiamo lavorando sodo  a Milton keynes per non incappare in un altro test come quello di Jerez” .
poi ribadisce

” La cosa più importante è risolvere tutti i problemi   prima dell’inizio del campionato.

In effetti i dubbi che la Renault abbia risolto i guai in così poco tempo rimangono, va anche precisato che il test effettuato dalla Lotus rimane un filming day, con tutti i limiti del caso e non può essere considerato attendibile come Jerez. Ricordiamo inoltre che il Bahrain rappresenta una tappa fondamentale per allestire il motore in funzione della prima gara, infatti il regolamento 2014 non permette modifiche che apportino aumenti prestazionali, vi invitiamo a visionare il filmato con ing. Luca Marmorini  che mette in evidenza questo aspetto del regolamento.

Fonte intervista Horner
Omnicorse

Guarda filmato