Un favoloso Daniel Ricciardo riporta la Renault ai piani alti dello schieramento conquistando un ottimo quarto posto a solo un decimo e mezzo da Charles Leclerc. Complice la bandiera rossa provocata da Magnussen che ha messo fuori dai giochi Max Verstappen in Q2, Ricciardo è riuscito a mettersi alle spalle tutte e due le Red Bull, prendendosi così una bella rivincita sul suo ex team. Un risultato così favoloso tanto che Ricciardo, scherzando nel paddock con i giornalisti Sky, ha detto che sarebbe corso subito da Helmut Marko (il consigliere piloti della Red Bull). 

La prestazione di Ricciardo, sicuramente al di sopra delle aspettative, è in realtà il culmine di una striscia piuttosto positiva; infatti le performance in qualifica dell’Australiano sono state impressionanti, soprattutto nel confronto interno con Hulkenberg, battuto da Ricciardo 6 volte su 7 (ad eccezione dell’Australia). È lo stesso Ricciardo ad aver rivelato ieri nelle interviste post-qualifica come si stia trovando sempre più a suo agio sulla vettura: “Sicuramente con la macchina stiamo facendo grandi progressi, sta migliorando molto. Anche per quanto riguarda il mio feeling con la vettura, più passo tempo in macchina e più riesco a portarla al limite” ha affermato. A giocare un ruolo chiave è stato anche il particolare rapporto con il tracciato, su cui ha ottenuto il primo successo della carriera nel 2014: “La pista è divertente, mi è sempre piaciuta molto. Già ieri sembravamo molto veloci, ma abbiamo apportato ulteriori miglioramenti e siamo riusciti a mettere tutto insieme per le qualifiche”. 

https://www.youtube.com/watch?v=Uq30hce1mr0

In partenza sarà favorito?

Ora però è tempo di guardare alla gara, soprattutto per evitare di ripetere la debacle di Monaco, dove Ricciardo scattò sesto, ma per un errore di strategia finì in nona posizione. “Ovviamente vogliamo capitalizzare la posizione di partenza domani in gara” ha detto in merito l’australiano. Sicuramente in partenza potrà giocare il jolly delle gomme, dato che partirà con gomma soft, mentre Vettel, Hamilton e Leclerc scatteranno con gomma media: “Vedremo cosa potremo fare domani; la partenza sarà sicuramente un momento interessante e cercherò di sopravanzare qualcuno” ha quindi concluso.

La Renault può comunque festeggiare il risultato anche come motorista: infatti in Q3 sono giunte anche le McLaren-Renault di Sainz e Norris. Una vittoria importante nella lotta serrata tra motoristi, con Honda che si è palesata  ieri più in difficoltà del motorista francese. A rendere ancor più prestigioso il risultato è il fatto che la Renault non partiva nelle prime file da ben 9 anni,  quando a Suzuka 2010 Robert Kubica si qualificò terzo. Il ritorno di Daniel Ricciardo ai piani alti con la Renault non può non farci pregustare una gara esaltante oggi!

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: