Un bellissimo duello rovinato dai commissari. Leclerc terzo davanti a Bottas

Il Gran Premio del Canada può segnare un bruttissimo capitolo della Formula 1 moderna. Sebastian Vettel ha duellato alla grande con Lewis Hamilton. Il tedesco è partito alla grande, gestendo perfettamente il primo stint con le gomme medie. L’inglese è stato sempre nelle sue vicinanze, e con la gomma dura si è innescato uno spettacolare testa a testa nel quale Seb stava mantenendo la testa. Il momento clou c’è stato dopo metà gara, con il tedesco che ha commesso un errore alla curva 3, e rientrando ha spinto Lewis verso il muretto.

I commissari di gara hanno calato la loro mannaia, optando per la penalità di cinque secondi sotto la bandiera a scacchi. Vettel ha resistito in pista agli ultimi assalti di Hamilton, tagliando il traguardo per primo. Furibondo Seb, che ha deciso anche di saltare il peso dopo la gara dimostrandosi estremamente e comprensibilmente deluso. Vittoria che sfiora il ridicolo per il campione del mondo, con il precedente di Monaco 2016 ancora negli occhi di tutto l’ambiente motoristico. In quel caso fu proprio la Mercedes a stringere contro il muro della Chicane, ma in quel caso tutti zitti in FIA.

Vettel chiude dunque secondo, con Leclerc alle spalle e la Ferrari che per la prima volta porta entrambe le monoposto sul podio. Il vincitore morale resta Sebastian, che ha anche tolto il cartello del vincitore dalla macchina di Hamilton. Bottas chiude quarto una brutta gara, prendendosi il giro veloce. Segue Max Verstappen, davanti alle ottime Renault di Ricciardo ed Hulkenberg. Ancora disastroso Gasly, bravissimo Stroll che porta la Racing Point al nono posto davanti a Kvyat. Vettel ha saltato il peso, dunque rischia anche una squalifica.

La gara odierna resta comunque un boccone amaro da mandare giù per il Cavallino, che sul campo aveva vinto a Montreal regalando il primo successo alla rossa. Un’eventuale primo posto avrebbe anche potuto rilanciare le ambizioni iridate di Vettel, che ora invece piomba a -62 nel campionato: Hamilton è infatti a quota 162 attualmente, con Bottas a 133 e Seb a 100.