F1 Haas Magnussen – Dal mondiale 2023 ha scelto di congedarsi con il muso lungo. “L’unico dato positivo di oggi – aveva dichiarato l’indomani del Gran Premio di Abu Dhabi sul suo profilo social- è che era l’ultima gara, possiamo chiudere il libro e aspettare il prossimo anno”. Toni di chi non ne poteva più di vedere finire un campionato del mondo di Formula Uno che gli ha riservato parecchie criticità e non gli ha certo messo il sorriso sulle labbra.

Kevin Magnussen vuole voltare pagina. E, ringraziando comunque il team Haas per il lavoro svolto durante il mondiale appena finito in archivio. intona il canto di riscossa: “sarà un grande inverno per recuperare- afferma- ma credo che ce la possiamo fare”.

Tre punti ottenuti con altrettanti decimi posti in Arabia Saudita, negli Stati Uniti (Miami) e a Singapore sono in effetti un bilancio piuttosto povero che un pilota con 164 Gran Premi sulle spalle digerisce molto a fatica. Nel 2022 i punti accumulati dal danese furono 25, un dato che stride fortemente e accresce la mestizia del driver della Haas.

Magnussen, quindi, chiude il libro. E ora pensa a come rendere il quadro del mondiale 2024 ben più denso di colori vivaci di quanto lo sia stato quello del 2023. Senza portarsi il ricordo cupo del mondiale appena messo nell’album dei ricordi come effetto zavorra.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto