Secondo il finlandese il team di Hinwil progetterà una gran macchina nella nuova stagione

La carriera in Ferrari di Kimi Raikkonen si è conclusa con il deludente Gran Premio di Abu Dhabi. Il 2018 è stato comunque un anno più che positivo per Iceman, autore della pole a Monza e del ritorno alla vittoria ad Austin che lo ha aiutato ad ipotecare il terzo posto finale nel mondiale dietro ad Hamilton e Vettel. Successivamente all’ultima gara della stagione, il finlandese ha debuttato ufficialmente con i colori dell’Alfa Romeo Sauber in occasione dei test della Pirelli. A dire la verità, si tratta di un ritorno e non di un debutto. Il team elvetico era stato infatti quello che lo aveva lanciato in Formula 1 nel 2001 al fianco di Nick Heidfeld. Nel 2019 il compagno di squadra sarà il nostro Antonio Giovinazzi.

Raikkonen ha parlato al FIA Prize Gala di San Pietroburgo e si è dimostrato assolutamente convinto dei mezzi che ha la squadra di Hinwil per crescere in futuro: ”Sono molto contento. Qui ci sono molte persone differenti e senza dubbio è un team diverso rispetto al precedente. Abbiamo tutto quello che ci serve per essere competitivi. C’è una bella galleria del vento ed abbiamo i mezzi per progettare una vettura competitiva. Poi possiamo sfruttare il motore Ferrari e sappiamo quello che stiamo facendo. Non vedo motivi per cui non dovremmo fare un buon lavoro, il test è andato bene e serviva per vedere se c’erano cose da sistemare”.

Poi Kimi ha aperto il discorso sulle differenze tra Ferrari ed Alfa Romeo Sauber, anche se le sensazioni provate sembrano essere simili: ”Sono ovviamente due macchine ben distinte, ma onestamente io non ho avuto sensazioni troppo diverse confrontandole. Va detto che non ho messo a punto la vettura nei test perchè ci siamo concetrati sulle gomme. Ho fatto solo pochi giri e direi che come inizio di lavoro è stato tutto positivo”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: