Come succede ogni anno i team di F1 sono restii a mostrare  i propri assi nascosti durante i test di pre campionato, anche  nella  4 giorni di test in Barhain non abbiamo visto le vetture definitive ma nuove piccole soluzioni tecniche alcune molto interessanti , anche se è ovvio che vedremo le monoposto quasi definitive alla fine dei test programmate per la prossima settimana.

Regina indiscussa del Barhain è la Lotus E-22, questa monoposto è infatti stata presentata ufficialmente in  Sakhir ,  mostrando al pubblico svariate soluzioni originali oltre al più famoso doppio musetto scavato al centro .

Vedi video


Nei primi giorni di test,  si è scoperto l’inedita soluzione dello scarico e del pilone entrambi  decentrati. Con un unico pilone montato a destra della struttura di protezione e lo scarico spostato leggermente sulla sinistra rispetto all’asse centrale della monoposto. Tale soluzione in realtà cerca solo di ottenere un efficace smaltimento di calore senza danneggiare il pilone  dai gas roventi.
Vedi foto


Altra soluzione molto interessante è la disposizione dei radiatori (Vedi foto)
La Lotus è tornata a questa disposizione dopo svariati anni con una soluzione opposta alla Toro rosso e con ogni probabilità a quella Redbull , sotto foto della disposizione ” classica ” di Force India e Toro Rosso che ha anche un radiatore supplementare
(fo

 

(foto AMUS gallery )

Questa soluzione  è simile a quella usata dalla Ferrari sin dal 2012, tale disposizione era stata oggetto di critiche, sulla Ferrari come la sospensione pull rod anteriore , ma noi di newsf1 pensiamo che la F14t conserverà tale soluzione anche nel 2014 come testimonia la foto della Sauber motorizzata Ferrari che sembra  avere una disposizione simile. Questa  posizione delle masse radianti dovrebbe permettere un migliore indirizzamento dell’aria calda ai lati delle pance  creando tre canali dedicati due sulle pance e uno centrale per lo smaltimento di calore dedicato al cambio e turbina, potrebbe essere questo uno dei vantaggi della Lotus rispetto alla Redbull , che si ostina ad usare un minisfogo che punta verso il basso fra sospensione e semiasse ( carenato ) e fondo.

Foto confronto sfoghi Redbull RB10 Lotus E-22

Altra chicca della Lotus è l’ingresso e uno sfogo presente sulla carrozzeria posteriore della monoposto, il primo ingresso è presente su Lotus, Marussia, Sauber e Ferrari mentre lo sfogo a pinna è inedito sia per i motorizzati renault che tutte le altre scuderie .
E-22_sauber

Ed infine  abbiamo potuto apprezzare la struttura del musetto che nasconde il vanity panel, cio’ conferma la presenza di uno scalino sul telaio ( usato da molte scuderia in questa stagione) che permette di abbassare la scocca,  come da regolamento  senza antiestetici e poco aerodinamici scalini sul telaio.
Vedi foto

 

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: