È ormai ufficiale che Racing Point diventerà una squadra “lavori” della Aston Martin dal 2021, quindi qual è la storia dietro l’investimento di Lawrence Stroll?

Alla fine si è verificato un collegamento finanziario a lunga voce tra Lawrence Stroll e Aston Martin. I documenti emessi dalla Borsa di Londra hanno dimostrato che il consorzio Racing Point di Stroll, quello che ha fondato insieme a molti altri investitori, aveva pompato £ 182 milioni di sterline per acquistare il 16,7% della società in difficoltà Aston Martin.

StrollUn’altra delle società di investimento di Stroll, Yew Tree Overseas, pomperà anche £ 55,5 milioni di sterline per fornire denaro a breve termine per aiutare Aston in un periodo turbolento, provocato da scarse vendite nel 2019. Yew Tree verrà rimborsato con questi soldi nel futuro a breve termine con il miglioramento delle finanze delle società.

Racing Point non sarà azionista di maggioranza di Aston, poiché gli attuali azionisti di maggioranza Prestige / Strategic European Investment Group (SEIG) e Adeem / Primewagon rimarranno tali – continueranno a detenere il 50,5% della società in seguito alla vendita di attività. Tra Racing Point, Yew Tree e gli azionisti esistenti sono stati raccolti circa £ 500 milioni di sterline per aiutare l’azienda.

Aston Martin DBX

Con Aston Martin impostata per un futuro relativamente a lungo termine in Formula 1, la domanda è come sarà gestito il team. Daimler AG, la società madre di Mercedes, continua a detenere il 5% del capitale azionario di Aston Martin Lagonda e l’accordo di fornitura di motori esistente tra Merc e Aston è quasi certo di continuare – Mercedes-AMG fornisce anche motori, cambi ed elettronica ai roadcar Aston Martin, incluso l’imminente SUV DBX che l’Aston spera inizierà a cambiare le proprie fortune.

Di Leo Graziani

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: