Charles Leclerc vuole capire le motivazioni che hanno portato la Ferrari a compromettere la sua gara.

Quando la safety car è uscita nel finale di gara, la Ferrari ha tenuto il leader Leclerc in pista con le gomme dure, ma ha fermato Carlos Sainz per le soft, una decisione rispecchiata da quasi tutti gli altri team.

Il capo del team Mattia Binotto ha successivamente confermato che il team non voleva fare un doppio pit stop e ha lasciato fuori Leclerc perché aveva una posizione migliore in pista e delle gomme più fresche rispetto a Sainz.

Leclerc, che aveva subito danni all’ala anteriore sin dall’inizio, è stato esposto agli attacchi di tutti i piloti che lo seguivano visto il problema di mantenere in temperatura le gomme dure alla ripartenza. Nonostante un valoroso sforzo difensivo, ha perso posizioni contro Sainz, Sergio Perez e Lewis Hamilton terminando al quarto posto.

Dopo essere sceso dalla sua macchina nel parco chiuso, Leclerc ha avuto una breve chiacchierata con Binotto prima di incontrare i media.

“Non voglio commentare ora, voglio discuterne e avere una visione completa con il team di quale fosse il motivo”, ha detto della decisione di non fermare la sua vettura.

“Ovviamente sentivo personalmente di essere molto forte nella prima parte di gara e di aver perso un po’ di tempo – se questo avrebbe cambiato il risultato finale, non credo lo avrebbe fatto”.

Alla domanda se avesse detto qualcosa alla radio, ha risposto: “No, perché era ovviamente molto tardi, e poi la squadra ha detto di stare fuori. Quindi non posso entrare se non ci siamo allineati su quello. “

Leclerc ha detto che la sua chiacchierata post-gara con Binotto era “solo per cercare di tirarmi su il morale”. Ha aggiunto: “Ci ha provato, ma poi ovviamente la delusione è grande per me. È stata una corsa sulle montagne russe. Il primo giro ho rotto l’alettone anteriore e poi ho pensato che fosse finita, c’era parecchio sottosterzo.

“Poi sono riuscito a giocare con il set up e sono riuscito ad ovviare il problema, poi il ritmo è tornato e siamo stati molto forti.

“La vittoria sembrava sempre più possibile fino alla safety car ovviamente. È stato frustrante”.

Leclerc ha detto che gli è piaciuta la battaglia per mantenere la sua posizione con Hamilton.

“Dovevo essere al limite per cercare di mantenere la mia posizione, cosa che ho fatto. Non credo che avrei potuto fare molto meglio di così. È stato divertente, d’altra parte ero molto frustrato.

“Ero al limite, ma ancora una volta dovevo. Nella mia posizione ero con gomme usate, e tutto questo è stato molto complicato, quindi ho dovuto usare tutto ciò che era possibile. Ho cercato di fare del mio meglio.

“Pensavo ancora che tutto fosse possibile e ho dato tutto fino alla fine. Non è bastato, ma anche se sapevo che sarebbe stato molto, molto difficile, ci ho creduto fino all’ultimo giro”.

Leclerc ha sottolineato che, nonostante la sua stessa frustrazione, è stato contento di vedere il suo compagno di squadra Sainz segnare la sua prima vittoria in un Gran Premio.

“Certo, e penso che questo sia un punto importante. Per quanto sia deluso da parte mia, non penso che questo dovrebbe essere un ombra su quella che è una straordinaria prima vittoria per Carlos.

“È un sogno che si avvera, credo. Ogni volta che sei un bambino sogni questo momento, e soprattutto con la Ferrari. È il suo giorno. e spero che la prossima volta sarà il mio giorno.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: