La situazione di Antonio Giovinazzi all’interno del circus della Formula 1 non è esattamente delle migliori.

Il pilota italiano non ha saputo entusiasmare molto i tifosi sulle poltrone e a quanto pare nemmeno i dirigenti del team rosso bianco. Ma Giovinazzi è anche un ragazzo molto sfortunato, che più volte si e ritrovato vicino al buon risultato ma che non ha saputo concretizzare a causa di errori non suoi. Certamente tutte considerazioni che i piani alti terranno presente, ma restano i fatti a parlare: il miglior piazzamento di Antonio nella stagione 2021 è stato un decimo posto a Montecarlo e quindi anche l’unica occasione in cui Antonio ha avuto l’opportunità di portare a casa un piccolo punto che lo piazza alla 18esima posizione nella classifica piloti 2021 al momento. 

Il sedile che attualmente occupa Raikkonen verrà preso a partire dal 2022 da Valtteri Bottas, mentre il sedile di Giovinazzi ancora è vacante, in lizza per il sedile ci sono De Vries neo campione di Formula E, Pourchair e molti altri, la lista è davvero lunga e fare una previsione sarebbe come puntare su un solo numero alla roulette del casino. 

Per Vasseur però le possibilità di dimostrazione per Antonio ancora sussistono e il giovane italiano ancora può dimostrare di valere per i prossimi anni: 

“In termini di pura prestazione, dobbiamo parlare di qualifiche e gara”, ha detto Vasseur. “L’anno scorso ha fatto gare molto forti ed è stato il miglior pilota al primo giro, quindi ha fatto molto bene l’anno scorso in gara.

“In questa stagione fa un po’ fatica quando ha dovuto migliorare in qualifica dopo la Q1. Ha fatto molto bene negli ultimi eventi e sono stato molto felice di vedere che poteva fare un passo avanti nei diversi stint e run. Stava migliorando dalla Q1 alla Q2 e dalla Q2 alla Q3 ogni singolo run, ed è stato in grado di mettere insieme tutto e perfezionare durante le qualifiche”.

Vasseur ha chiarito le sue aspettative nei confronti del suo pilota: “Certo, ora l’obiettivo è quello di fare punti, e gli ultimi eventi sono stati un po’ difficili. Ma so che è in grado di fare il lavoro e ora sto aspettando il fine settimana in cui metterà tutto insieme: passo da qualifica, passo da gara e poi dal primo all’ultimo giro”.

Per poi continuare: 

“Considero la situazione come un’opportunità per Antonio, perché è il ragazzo in macchina che può dimostrare di poter fare un buon lavoro e di poter migliorare. È molto più frustrante quando non sei in macchina e devi aspettare per vedere se gli altri stanno andando bene o male.

“Antonio ha questa opportunità e deve coglierla”, ha concluso il francese, esortando la sua carica a cogliere l’occasione che gli è stata data

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: