GP MONZA. In Italia a Monza torna la Sprint Race con i suoi punti extra, importantissimi per la lotta al mondiale. Nel frattempo la Ferrari vuole confermare il terzo posto nei confronti della Mclaren.

In Italia a Monza torna la Sprint Race con i suoi punti extra, importantissimi per la lotta al mondiale. Nel frattempo la Ferrari vuole confermare il terzo posto nei confronti della Mclaren. Neanche il tempo di fare qualche calcolo, che si torna nuovamente in pista. Protagonista assoluto di questo weekend, il terzo di fila, è il tanto e amato tempio della velocità di Monza. Continua senza sosta la lotta fra Mercedes e Red Bull, non solo in pista, ma anche sulla questione motore.

Per prima cosa a Monza si potrebbe decretare un’altra importante fetta per il mondiale considerando il ritorno della qualifica sprint, la mini-gara di 100 km del sabato pomeriggio che definirà l’ordine di partenza del vero Gp della domenica, e che assegnerà punti ai primi tre. Tre per il primo, cioè per il poleman, due per il secondo e uno per il terzo.

Max Verstappen si sentirà gasato dopo la grande vittoria conquistata a casa sua in Olanda, allungando in campionato di 3 punti.

Nel frattempo, però, la Red Bull indaga da tempo su una questione ritenuta fondamentale: il motore della Mercedes. Sul dritto raggiunge picchi di velocità superiori rispetto alla Red Bull, che conserva un vantaggio tecnico sui circuiti più tortuosi. La scuderia guidata da Christian Horner ha più volte “denunciato” il fatto, sospettando che i rivali abbiano trovato il metodo per aggiungere cavalli alla vettura, circa una ventina.

“È una sfida totale — risponde Toto Wolff —, circuito dopo circuito, giro dopo giro. In Olanda i primi tre hanno doppiato tutti: questo vi dovrebbe far capire a che razza di livello dobbiamo competere per vincere questo Mondiale”. Chi la spunterà?

A Monza la capienza è stata ridotta al 50% sulle tribune, ma un clamoroso flop di vendite ha meravigliato tutti. Ma la marea rossa non si farà certo attendere nel supportare una Ferrari che nonostante il quinto e il settimo tempo in Olanda, ha riacciuffato la terza piazza nel mondiale costruttori, obiettivo principale del weekend. Una storica vittoria come quella di Leclerc nel 2019 è totalmente da escludere, ma Monza nel tempo ha sempre insegnato che l’impissibile può diventare anche realtà.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: