Avvio al piccolo trotto, poi il cambio di passo. La McLaren , nell’arco della stagione, ha avuto un’evoluzione esponenziale sino ad accreditarsi come una delle migliori vetture del circus. Tra le migliori, perché tra gli optimates della Formula Uno figuravano anche loro due: Lando di cognome Norris, Oscar di cognome Piastri. Quest’ultimo era un esordiente assoluto ed è andato a piazzarsi a un nono posto con 97 punti sfiorando i cento che ne certifica in modo inequivocabile il talento.

L’ultimo atto dello spettacolo di teatro del mondiale di Formula 1 2023 lo ha visto transitare sesto sotto la bandiera a scacchi, subito dopo il compagno di squadra Norris per il quale vale la stessa menzione di talentuoso: 205 punti in graduatoria e il sesto posto è servito.

Sembrano a distanza siderale le prime due prove del mondiale che Norris concluse con due diciassettesimi posti e Piastri con un ritiro e un quindicesimo. A Woking ci hanno dato dentro con gli aggiornamenti come sa fare una scuderia che, di mondiali, ne ha messi in bacheca parecchi e il vento è cambiato.

Norris è finito sedici volte a punti in ventidue appuntamenti assaggiando anche spesso e volentieri il podio. Piastri ha provato il brivido del vedere la sua classifica prendere l’ascensore verso l’alto in undici occasioni. Anche per lui il podio si è materializzato, in due occasioni.

Piani per il futuro? Primeggiare. Cioè fare capire ai grandi del circus, anzi, ribadire, che grandi lo sono anche loro. Norris afferma apertis verbis che un ulteriore podio, ad Abu Dhabi, non ci sarebbe stato male. Ma poi abbandona subito il retropensiero e si proietta nel 2024 aprendo la pagina dei ringraziamenti: “abbiamo avuto molti successi dall’inizio della stagione – dice- ma gli ultimi mesi sono stati fantastici per la squadra e porteremo questo slancio nell’inverno per tornare più forti l’anno prossimo”. Insomma, inizio di lavoro nella stagione fredda per assicurarsi un posto al caldo in classifica. “Ringrazio tutto il team in pista e alla mtc – prosegue- che ha lavorato duramente in questa stagione per darci una vettura in grado di competere con le prime posizioni della griglia, quest’anno abbiamo costruito dei ricordi e non vedo l’ora di proseguire insieme nel 2024“.

E sulle spalle di quei ricordi il team si arrampicherà per cercare di vedere più lontano. Laddove, forse, il ritorno alla vittoria li attende.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto