Il rapporto tra Mazepin e la scuderia americana di Formula 1 Haas non è iniziato nel migliore dei modi, per quelli che si ricordano lo scandalo della ragazza postata su Instagram, e nemmeno è finito in modo migliore. Il contratto tra Mazepin e la sua scuderia è stato infatti risolto con effetto immediato come ripercussione dell’invasione Ucraina da parte delle truppe Russe. 

Già diversi erano stati i procedimenti in ambito sportivo, tra cui l’esclusione degli atleti dalle Paraolimpiadi, per la F1 si era deciso di poter far continuiate a correre i piloti di nazionalità Russa seppur in maniera neutrale, e Mazepin aveva inizialmente accettato questa condizione.

Dopo la rimozione dello sponsor russo è arrivata poi l’ufficialita del licenziamento dello stesso Mazepin, che è rimasto comprensibilmente parecchio deluso come ha fatto ben capire in una conferenza stampa convocata per spiegare la situazione: 

“Avevo pianificato di gareggiare come atleta neutrale, questo inizialmente era stato permesso dalla FIA e io senza alcun problema ero stato felice di accettare questa decisione. Tuttavia, la notte prima che il mio contratto fosse risolto,  è arrivata una nuova lettera aggiuntiva. Nel momento in cui stavamo valutando quella lettera e guardando le opzioni – perché prevedeva un sacco di clausole – di prima mattina, il giorno dopo, ho saputo della risoluzione del mio contratto. Non c’è stato nemmeno il tempo di dire ‘sì’ [alla seconda lettera ndr], che sono stato licenziato”

Concludendo poi: “Ho saputo del licenziamento nello stesso momento in cui è stato comunicato alla stampa non ho ricevuto alcun avvertimento. Niente del tipo ‘sai, questa è la decisione che abbiamo preso. Lo annunceremo tra 15 minuti, preparati‘. Gunther non mi ha dato alcuna informazione sulla decisione che il team stava per prendere, a parte le informazioni che ha dato al mio manager fino al 4 marzo. Non ho più parlato con lui da quando ho lasciato Barcellona il terzo giorno di test. Poi è arrivato il comunicato stampa, l’ho letto e ho scoperto che il mio contratto era stato rescisso“

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: