Frederic Vasseur, il Team Principal della Ferrari, racconta come ha capito che il 2023 sarebbe stato un anno difficile per la sua squadra.

Dopo un ottimo inizio nel 2022 con il regolamento che ha cambiato faccia alle Formula 1 con l’introduzione dell’effetto suolo, la Ferrari ha perso terreno nel 2023 e si è dovuta accontentare del terzo posto nel Mondiale Costruttori.

La Ferrari SF-23 era stata presentata con grande fiducia a Maranello, ma i primi gran premi sono stati rovinati da problemi di affidabilità che hanno costretto Charles Leclerc a cambiare motore. La stagione è andata meglio dopo, con una bella prestazione al Gran Premio d’Italia e una vittoria di Carlos Sainz a Singapore, l’unica che non sia andata alla Red Bull.

Quella vittoria ha dato speranza alla Ferrari di lottare per il secondo posto nel Mondiale Costruttori con la Mercedes, ma alla fine ha perso per soli tre punti.

Sainz ha attribuito la sconfitta alla scarsa affidabilità nelle ultime gare, con sia lui che Leclerc che hanno avuto un ritiro in Qatar e Brasile, per una perdita di benzina e un problema idraulico. Vasseur ha ammesso che sapeva già dal primo test che il 2023 sarebbe stato duro: “La prima mattina del [primo] test, era già evidente.

“Si continua a sperare, si sviluppa la macchina, si cerca di fare la pole position, di vincere qualche gara.

“Ma se pensate che alla fine Max ha vinto tutte le gare tranne una o due, è stato un anno duro.

“L’importante nel nostro lavoro è avere le idee chiare su quello che stiamo facendo e cercare di migliorare e il risultato è quello che ci aspettavamo”.

Fonte racingnews365.com

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto