Toto Wolff crede che il circus continuerà a soffrire a causa della pandemia, ma è ottimista per un ritorno alla normalità a fine stagione.

Dopo un 2020 stravolto dalla pandemia di Covid-19, anche il calendario 2021 della F1 ha subito delle importanti variazioni. L’inizio della stagione è stato rivoluzionato: si partirà il 28 marzo in Bahrein, per poi approdare ad Imola il 18 aprile ed in una destinazione ancora da definire (probabilmente Portimao) il 2 maggio. Di conseguenza il consueto round iniziale a Melbourne è stato rinviato a metà novembre, mentre le tappe di Shanghai e Hanoi (quest’ultima a causa di controversie giudiziarie) sono state rimosse dal calendario. Il perdurare della pandemia mette tuttavia a rischio il resto del programma, rendendo inoltre necessario il mantenimento delle disposizioni anti-contagio all’interno del paddock e degli autodromi. Quando potrà esserci un ritorno alla normalità? Toto Wolff ha provato a rispondere a questo interrogativo.

“Il timore di vivere una stagione simile al 2020 è giustificato.” – ha detto il Team Principal della Mercedes ai microfoni di ORF “Il GP d’Australia, data la sua importanza, non è stato cancellato, ma è stato posticipato a fine stagione. Inoltre, la Cina ha vietato ogni evento di massa fino ad agosto. Noi non possiamo farci niente, perciò inizieremo la stagione in Bahrein. Abbiamo familiarità con il paese e lì c’è sempre una certa tranquillità. Presumo che dopo l’estate torneremo ad avere una stagione abbastanza normale. Di sicuro per i team sarà estremamente difficile, dato che ci saranno tre triplette una dopo l’altra. Per quattro settimane non si potrà tornare a casa, e ovviamente ciò rappresenta uno sforzo enorme”.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb6

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: