Le qualifiche ad Austin si aprono con una spiacevole notizia: la scomparsa di Dietrich «Didi» Mateschitz, imprenditore ma soprattutto fondatore della Red Bull, colosso mondiale presente in numerosi sport, ma soprattutto del team omonimo che milita in Formula 1. Nel lontano 2004, infatti, aveva acquistato l’allora team Jaguar dando vita all’avventura di Red Bull nella massima serie. Da tempo malato, purtroppo è venuto a mancare nelle ultime ore all’età di 78 anni. Christian Horner ha voluto ricordarlo commentando: “Dietrich era incredibile, gli dobbiamo tutto: ciò che ha creato e ci ha permesso di fare. Non solo per la F1,ma per tanti sport. Avrebbe voluto più d’ogni altra cosa che andassimo in pista e facessimo il massimo. Oggi lo faremo per lui”.

QUALIFICHE A STELLE E STRISCE

L’albo d’oro delle pole sul circuito a stelle e strisce di Austin, vede un ex aequo con Michael Schumacher e Lewis Hamilton, entrambi capaci di ottenere 4 partenze dalla prima casella. Il tedesco è scattato davanti a tutti nel 2000, 2001, 2002, 2006; il britannico invece lo ha fatto 2007, 2016, 2017, 2018.

Insieme a loro si aggiunge, con tanto di dato che entra nella storia, Carlos Sainz, che conquista una fantastica POLE in 1:34.356. Lo spagnolo precede Leclerc di 0.065, il monegasco non tanto performante nell’ultimo settore. Inoltre Charles sa che dovrà scontare una penalità di 10 posizioni per cambio motore endotermico e turbocompressore. Insieme a lui altri tre piloti in penalità: Zhou, Alonso e Perez (sostituzione del motore endotermico) ma dovranno scontarne solo cinque.

Quella di Carlos Sainz è la prima pole position del GP degli Stati Uniti, la prima della Ferrari ad Austin. Per cui assume una valenza davvero importante (3^ pole in carriera dopo Silverstone e Spa). Carlos avrà, quindi, al suo fianco Max Verstappen, pronto all’agguato alla prima curva. Ma occhio alle due Mercedes in seconda fila, l’ultima volta hanno terminato entrambe sul podio. Perez scivola nono, entrambe le Aston Martin partiranno in top 10, con uno straordinario Albon ottavo. Profondo nero per Ricciardo fuori in Q3, mentre il suo compagno sesto per un soffio.

GRIGLIA DI PARTENZA AGGIORNATA CON LE PENALITA’:

1 Carlos SAINZ Ferrari

2 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing

3 Lewis HAMILTON Mercedes

4 George RUSSELL Mercedes

5 Lance STROLL Aston Martin

6 Lando NORRIS McLaren

7 Valtteri BOTTAS Alfa Romeo

8 Alexander ALBON Williams

9 Sergio PEREZ Red Bull Racing

10 Sebastian VETTEL Aston Martin

11 Pierre GASLY AlphaTauri

12 Charles LECLERC Ferrari

13 Yuki TSUNODA AlphaTauri

14 Fernando ALONSO Alpine

15 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team

16 Daniel RICCIARDO McLaren

17 Esteban OCON Alpine

18 Mick SCHUMACHER Haas F1 Team

19 Guanyu ZHOU Alfa Romeo

20 Nicholas Latifi Williams

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: