Il team principal della Racing Point è entusiasta per l’approdo di Sebastian Vettel nel 2021, quando la scuderia sarà rinominata Aston Martin Racing.

Dopo due stagioni vissute tra risultati mediocri, il 2020 ha significato una rinascita della Racing Point. Il team di Silverstone ha fornito ai suoi alfieri, Lance Stroll e Sergio Pérez, una RP20 estremamente veloce, che ha permesso il raggiungimento di ottimi risultati in questa stagione. La Racing Point si è inoltre distinta per le infinite polemiche causate proprio dalle RP20, ritenute vere e proprie copie della Mercedes W10, e per la penalizzazione di 15 punti inflittagli per aver violato i regolamenti sui brake ducts. Nonostante ciò, grazie agli ottimi risultati il futuro team Aston Martin è riuscito ad attrarre un pilota del calibro di Sebastian Vettel, il quale a partire dal 2021 sostituirà Pérez, appiedato poco prima del weekend del Mugello.

Racing Point

L’approdo del quattro volte campione del mondo ha soddisfatto molto i vertici del team, tra cui Otmar Szafnauer. L’americano, Team Principal della Racing Point, ha parlato del promettente futuro della sua squadra insieme a Vettel sulle colonne di F1.com: “Sono sicuro che Sebastian ci aiuterà a migliorare mille piccole cose, portandoci ad un livello superiore. Porterà con sé l’etica del lavoro di un campione del mondo, e da lui noi vogliamo imparare proprio questo. Tutti i membri del team dovranno alzare l’asticella e lui sarà anche un ottimo mentore per Lance, che ha l’occasione di imparare da un quattro volte campione. Vettel è ancora molto veloce e relativamente giovane. […] La nostra aspirazione è far crescere il team e perciò stiamo lavorando duramente a Silverstone, investendo in tutte le aree per ottenere le infrastrutture e le risorse necessarie. So che Sebastian darà moltissimo alla squadra: tutta l’esperienza guadagnata dopo quattro campionati mondiali e 53 vittorie in carriera”.

L’arrivo di Vettel comporterà anche l’addio di Sergio Pérez, il quale negli ultimi sette anni ha rivestito un ruolo centrale all’interno del team, salvandolo dal fallimento nel 2018. Anche nei confronti del messicano Szafnauer esprime parole ricche di stima: “Non è stata una scelta facile, perché Checo ha prestato un ottimo servizio. E’ un grande competitor, un pilota veloce ed affidabile la domenica. Credo che per Checo sia un complimento il fatto che abbiamo dovuto riflettere per così tanto tempo se tenerlo con noi o prendere un quattro volte campione del modo. Sarà dura dirgli addio. Sergio è un professionista vero e vogliamo onorare queste ultime gare con lui. Speriamo di chiudere questo capitolo con dei buoni risultati e mi auguro di poter competere contro di lui nel futuro. Tuttavia, quando un quattro volte campione come Sebastian è sul mercato, bisogna considerare tutte le opzioni disponibili”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: