Il Team Principal della Haas ha affermato che dalla Ferrari giungono indicazioni positive sulla potenza della Power Unit del 2023.

La Power Unit rappresenta senza dubbio uno dei fattori che ha penalizzato maggiormente i team motorizzati Ferrari. Nel 2022 la Scuderia ha perso per strada molti punti a causa di improvvise rotture e di partenze dal fondo per sostituzione di componenti del propulsore. Non è tuttavia andata meglio ad Alfa Romeo ed Haas, anch’esse vittime della poca affidabilità del motore. Come affermato dal dimissionario Mattia Binotto, per la Rossa e i suoi clienti sarà dunque fondamentale che il reparto Power Unit di Maranello riesca a sistemare i troppi guai meccanici senza compromettere la potenza. E in questo senso le indicazioni sembrano buone: Guenther Steiner, presente all’assegnazione del Trofeo Bandini a Kevin Magnussen, ha affermato di aver ricevuto garanzie dall’ormai ex Team Principal della Ferrari.

Foto: Alessandro Martellotta per newsf1.it

“Giovedì ero con Mattia Binotto…” – ha detto l’altoatesino – “…e mi ha detto che il motore del prossimo anno sarà una bomba. […] C’è molto entusiasmo per la Ferrari, e se il team sarà competitivo anche per noi sarà una bella notizia, perché vorrà dire che anche la Power Unit della prossima stagione sarà forte”.

Steiner ha poi tracciato un bilancio del 2022 della Haas e si è proiettato verso il prossimo campionato: “Abbiamo vissuto due anni complicati a causa della pandemia, ma la stagione appena terminata è andata bene. Anche se avremmo potuto far meglio. Lo consideriamo un anno di crescita: Magnussen ci ha regalato una Pole Position inaspettata e vogliamo continuare a migliorare nel 2023. L’obiettivo è fare un altro salto di qualità in classifica, lottare sempre per la zona punti e magari conquistare un podio. Staremo a vedere, la vettura del prossimo anno rappresenterà un passo avanti e speriamo di arrivare di nuovo davanti all’AlphaTauri“.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: