La Red Bull ha vissuto una delle stagioni più forti di sempre, ottenendo 17 vittorie su 22 gare, utili ad assicurarsi il doppio campionato per la prima volta dal 2013.

Nonostante la politica e le controversie fuori pista, la Red Bull è stata quasi impeccabile. Una volta risolti i problemi di affidabilità di inizio stagione, la Red Bull non è riuscita a vincere solo tre delle ultime 19 gare dell’anno.

L’ormai campione del mondo Max Verstappen è stato la forza dominante della stagione, ottenendo un record di 15 vittorie di Gran Premi in una sola stagione. Parlando in esclusiva con RacingNews365.com durante il suo fortunato fine settimana del GP di Abu Dhabi, a Verstappen è stato chiesto quale delle 22 gare ritenesse fosse la sua più forte.

“Spa direi. La macchina era molto buona. Penso che anche se fossimo partiti ultimi per quella gara, l’avremmo comunque vinta! Ecco quanto eravamo competitivi”.

Sulla stessa scia, gli è stato anche chiesto quale invece è stata la peggiore.

“In termini di prestazioni complessive generali il Brasile è probabilmente alla pari con Melbourne, anche lì siamo andati piuttosto male”, ha risposto Verstappen. “Solo in generale il ritmo era terribile. Abbiamo avuto molti problemi in qualifica, ottenendo il giusto equilibrio in gara e stavamo distruggendo le gomme”.

Verstappen: la Ferrari si è posta delle sfide “difficili”

Il doppio successo in campionato della Red Bull è derivato in parte dalla sua capacità di superare lo sviluppo della Ferrari, che ha iniziato la stagione con probabilmente l’auto più veloce.

Una forte serie di successi a metà stagione per la Red Bull ha visto gradualmente svanire le aspirazioni di campionato di Ferrari e Charles Leclerc.

A Verstappen è stato chiesto se credeva che la sua prestazione dominante al GP del Belgio fosse dove credeva che il campionato della Ferrari fosse svanito.

“Penso che sia stata la Francia, personalmente. Perché quando sei già in così grande svantaggio con i punti [classifica], è molto difficile [per i rivali] rimontare”.

Dopo la gara al Paul Ricard, il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto ha rilasciato una dichiarazione ambiziosa dicendo che non c’era “alcun motivo” per cui la Ferrari non potesse vincere le restanti dieci gare. Questo era qualcosa che Verstappen ricordava all’indomani della sua vittoria nel GP di Francia e suggeriva che l’obiettivo della Ferrari fosse troppo difficile.

“Anche se hai la macchina più veloce, fare zero errori è molto difficile”, ha commentato l’olandese.

Verstappen: Red Bull molto migliorata rispetto al 2016

Nelle gare dal clamoroso debutto dell’olandese al GP di Spagna 2016 fino alla fine del 2020, la Red Bull ha ottenuto 14 Gran Premi vinti.Nelle ultime due campagne impegnative per il campionato del 2021 e del 2022, la Red Bull ha ottenuto 28 vittorie in gara.

A Verstappen è stato chiesto com’è il team Red Bull oggi rispetto a quando ha iniziato a correre per loro: “Adesso stanno meglio. La comunicazione tra tutti, ognuno conosce esattamente il proprio ruolo, mantenendo la calma nelle decisioni sotto pressione. È cresciuto costantemente. Avere tutto a posto, con la macchina, con il motore, l’intero pacchetto, aiuta molto.”

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: