Le prime libere di Silverstone sono andate in archivio nel segno di Verstappen, seguito da Hamilton e Stroll. Vettel non gira frenato dal turbo.

Il week-end del Gran Premio di Gran Bretagna si è ufficialmente aperto sotto il sole cocente di Silverstone, dove si è appena conclusa la prima sessione di prove libere. Come anticipato, le temperature sono estremamente elevate con 30 gradi di aria e 40 di asfalto, dati insoliti considerato il fresco britannico. Al comando delle operazioni si è issato Max Verstappen con la Red Bull targata Honda. L’olandese ha utilizzato la gomma Soft per girare in 1’27’’422, dimostrando che le novità portate sulla RB16 hanno funzionato. Seconda la Mercedes di Lewis Hamilton, attardato di quasi mezzo secondo. Il campione del mondo ha però ottenuto questo crono con gomma Media, dunque una mescola più dura rispetto al battistrada. L’idolo locale si è più volte lamentato di una W11 poco stabile, ma i team radio di Lewis sono sempre orientati al pessimismo. Parte fortissimo la Racing Point, con Lance Stroll terzo ed a pochissimi millesimi da Hamilton, anche lui munito di gomma gialla.

Quarto Alexander Albon, che si è visto subito rifilare sette decimi dal compagno di squadra, anche lui con pneumatici Soft. Quinto un positivo Charles Leclerc con l’unica Ferrari in pista. Il monegasco si è fermato a 799 millesimi da Verstappen, girando però con gomma Media. Per la SF1000 #16 si è trattato sicuramente di un passo avanti, mentre non può certo dire la stessa cosa Sebastian Vettel. Il tedesco ha effettuato solo l’installation lap, per poi rientrare ai box senza più guadagnare la pista. Il motivo del problema sembra essere un guasto all’intercooler, per cui molto probabilmente si procederà alla sostituzione del turbo, senza incorrere in penalità. Tornando ai tempi, si registra un sesto posto per Valtteri Bottas, seguito a ruota dalle Renault di Esteban Ocon e Daniel Ricciardo.

In nona piazza troviamo una novità, ovvero Nico Hulkenberg. Il tedesco partecipare alla gara in sostituzione di Sergio Perez, risultato positivo al Coronavirus. L’ex alfiere Renault ha chiuso a circa sei decimi da Stroll, un gap che ci sta tutto visto l’assenza dalle gare ed un feeling con la RP20 ancora da trovare. Chiude la top ten l’AlphaTauri di Daniil Kvyat, davanti al compagno di squadra Pierre Gasly. Hanno deluso le McLaren condotte da Lando Norris e Carlos Sainz. Le monoposto di Woking non sono andate oltre il dodicesimo e tredicesimo tempo, nonostante l’utilizzo della mescola più morbida. A seguire le Haas di Kevin Magnussen e Romain Grosjean, i quali accusano due secondi di ritardo dalla vetta. In chiusura troviamo l’alternanza Williams-Alfa Romeo Racing: sedicesimo George Russell, davanti ad Antonio Giovinazzi, Kimi Raikkonen e Nicholas Latifi. Da segnalare un errore del pilota pugliese, giratosi alle Becketts ma regolarmente ripartito senza complicazioni. Alle 16 la seconda sessione di libere.

A proposito dell'autore

I believe that everyone has a calling, motorsport is my true passion! Addicted to Formula 1 🏆 Formula E ⚡️ Automotive 🖊️ FIA Accredited. Follow me: Twitter | Linkedin

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: