Carlos Sainz ribadisce di aver sempre sognato di guidare per la Ferrari, e nonostante in Bahrain avrà pochi giorni per trovare il feeling con la SF21, lancia la sfida a Charles Leclerc.

E’ terminata poco fa la prima presentazione della Ferrari, dove Carlos Sainz ha espresso tutte le sue emozioni per essere diventato un pilota del Cavallino Rampante, e promesso ai tifosi di voler far di tutto per riportare la Rossa a lottare per il mondiale.

Sainz

Lo spagnolo è convinto di essere arrivato nella Scuderia di Maranello al momento giusto. “Per me arrivare a 26 anni a questo traguardo è qualcosa per cui ho sempre lottato. E’ un team che ha generato passione, abbiamo una responsabilità. Voglio aiutare il team a tornare ad alti livelli. Dobbiamo spingere tutti dalla stessa parte”.

Sainz non nega che gli piacerebbe battere Leclerc già in questa stagione, ma pensa sia più importante aiutare la Ferrari a tornare in alto. “C’è rispetto e competitività con Charles. Sarà molto difficile battere Charles, ma ci proverò. Sarebbe il massimo, la cosa più importante è quella di far andare bene la Ferrari. Quest’anno sarà importante, poi ne riparleremo quando ci sarà da lottare per il Mondiale. Riusciremo a superare ogni rivalità, ho grande rispetto per la squadra.

Sainz ringrazia i tifosi della Ferrari per l’accoglienza, e racconta il primo giorno in cui è stato a Maranello ” I test di Fiorano mi hanno colpito, ero nervoso e sapevo che era una giornata speciale. Nel momento in cui metti la firma realizzi che diventerai un pilota Ferrari e questo cambia la tua vita completamente. A dicembre ho passato i miei primi giorni in Ferrari, ho conosciuto tutte le persone della fabbrica, gli ingegneri, i meccanici con cui avrei lavorato. La prima volta che indossi la tuta rossa o che metti il cappellino, quello è il momento che non potrai mai dimenticare. Nemmeno a 90 anni”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: