Carlos Sainz “non può essere deluso” con il recupero “divertente” dall’ultima fila a P8 in nel Gran Premio di Turchia.

“Penso che non sia un giorno per avere rimpianti o cattivi sentimenti”. Così Carlos Sainz al termine di un fantastico Gran Premio della Turchia per lui. Dopo essere partito dalle retrovie per aver cambiato PU sulla sua Ferrari, è finito poi in ottava posizione dopo una straordinaria cavalcata che ha gridato a gran voce: “Ci sono e voglio esserci”.

“Penso che sia stata una giornata molto positiva, e una giornata in cui sono riuscito a percorrere la pista con un ritmo davvero buono e fare dei bei sorpassi minimizzando i danni della penalità del motore. Era questo l’obiettivo. Mi sono divertito molto durante la gara, soprattutto il primo stint, quando era possibile sorpassare perché non c’era una linea asciutta chiara. Ed è per questo che non posso essere deluso, ti rimane sempre una sensazione di “cosa succede se”, con il pitstop lento. Soprattutto perché ci è costato anche molto tempo in gara per essere stati bloccati dietro Ocon per sei o sette giri.

Quella di Carlos Sainz è stata una delle vetture più veloci in pista negli ultimi giri, con solo Valtteri Bottas che ha migliorato il suo miglior tempo sul giro.

Nonostante il suo ritmo impressionante, Sainz sostiene la decisione della Ferrari di costringerlo a scontare una penalità al motore in Turchia. “No, non cambierei la decisione”, ha aggiunto. “Penso che sia stata la gara perfetta per prendere la penalità per poi fare una rimonta, forse ovviamente senza la penalità con il vecchio motore sarei riuscito a partire più davanti e forse un po’ di più nella mischia, ma in un lunga stagione bisogna mettere tutto in prospettiva e questo è uno sviluppo che ci sta dando un po’ di prestazioni”

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: