Dopo 2 DNF dall’inizio della stagione, Max Verstappen si riprende la rivincita in casa Ferrari. La rossa per la prima volta in stagione non sale sul podio: sesto Leclerc, out Sainz.

Non certo un weekend memorabile per la Ferrari che compie un primo vero scivolone dall’inizio della stagione, a casa sua. Errori e sfortuna in pista (come nel caso di Sainz tamponato da Ricciardo al 1° giro e costretto al ritiro, e di Leclerc andato fuori pista dopo aver sorvolato un cordolo a pochi giri dal termine quando era terzo e finito poi nono), ma soprattutto errori direttamente dai box come il pit-stop al 20′ giro durato leggermente troppo e quello al 50′ che ha portato Leclerc ad uscire dietro Norris.

Il monegasco rimane primo in classifica mondiale, grazie anche ai 7 punti conquistati nella Sprint Race. Ma il pilota della rossa sa che dietro si avvicina colui che ha dominato dalla prima all’ultima curva il Gran Premio del Made in Italy: Max Verstappen.

L’olandese dopo due DNF in Bahrain e in Australia, si riprende una rivincita niente male in casa della rossa.

Accanto a lui sul podio Sergio Perez. Insieme completano una doppietta Red Bull che risponde ampiamente alle critiche iniziali cin nuovi aggiornamenti che hanno certamente funzionato. Una Ferrari che compie un vero e proprio scivolone (il primo anche fuori dal podio) in un weekend importante ma certamente ancora non decisivo.

Resta da vedere come si comporterà il team di Maranello in assenza di errori dinanzi ad un altro un dominio Red Bull nel corso della stagione. La battaglia è appena iniziata.

Completa il podio inedito Lando Norris, riportando sulla retta via la Mclaren dopo un inizio da dimenticare per il team papaia. Il compagno Ricciardo termina 18esimo (per miracolo).

La top 10 si completa con tanti spunti interessanti:

primi punti per Aston Martin grazie all’ottavo posto di Vettel e al decimo di Stroll. Che Imola sia stata la svolta? In Mercedes si continua a lottare a metà. George Russell termina quarto, ai piedi di un altro importante podio che avrebbe anche meritato. Lewis Hamilton finisce solo quattordicesimo, alle spalle di un Gasly che gli ha tenuto testa per tanto tempo. Il sorpasso più difficile mai tentato.

Ma il momento più clamoroso rimane al 41esimo giro quando Max Verstappen ha doppiato proprio Hamilton, alla luce della grande battaglia per il titolo che i due hanno avuto nel 2021.

Torna a punti Magnussen arrivando nono, mentre Tsunoda settimo torna a punti dopo il Bahrain.

È stato certamente un weekend intrinseco di italianità e unico sotto tutti gli aspetti.

Il ritorno dei tifosi sugli spalti dopo anni di assenza è certamente il momento più bello. Il mondiale infuocato di Formula 1 torna l’8 maggio a Miami, con l’impressione che Max e Charles vogliano scendere in pista già domani per ridarsi battaglia.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: