Mick Schumacher nonostante i pochi giorni che avrà a disposizione nei test del Bahrain per preparare l’esordio in Formula 1, si sente pronto e spera di ripagare la fiducia della Haas facendola salire sul podio.

Il 28 Marzo quando il mondiale scatterà dal Bahrain, le attenzioni di tutto il paddock saranno rivolte sulla Haas numero 47, al cui volante ci sarà Mick Schumacher che a distanza di nove anni dall’ultima gara del padre farà il suo debutto in Formula 1.

Mick Schumacher

Il tedesco, ad Auto Motor und Sport ha dichiarato che aspetta con ansia quel giorno. “In una scala da 1 a 10 sono pronto 9. Abbiamo ancora un paio di settimane nelle quali posso migliorarmi. Sono pronto, non vedo l’ora che si parta.  Pur avendo una discreta esperienza nelle altre categorie, nulla è come la Formula 1. Sarà speciale.

Tramite Zoom io e il mio team stiamo facendo tante chiamate, in modo che io mi prepari al meglio, ma le gare vanno vissute per essere capite. Si impara solo facendo. Per questo mi dispiace che il venerdì avremo a disposizione due ore e non più tre. Inoltre, abbiamo anche meno giorni di prove. Queste però sono le regole, ci adegueremo. Il mio obiettivo rimane guidare il più possibile”.

Schumacher, spiega come sta proseguendo la sua preparazione dopo il test di Fiorano con la Ferrari. “Fortunatamente ho la possibilità di guidare al simulatore stando a casa, altrimenti, causa Covid-19, avrei avuto ancora più restrizioni e meno possibilità di allenarmi. Andare in pista è un’altra cosa”.

Il campione del mondo di Formula 2 è contento per come è stato accolto in Haas. “Non è il team più grande, ma qui c’è un rapporto molto diretto e intenso con i piloti. Per me è importante discutere delle cose, avere altri punti di vista. Questo è un team fresco. Posso crescere”.

In conclusione Schumacher svela quale risultato gli piacerebbe raggiungere con la Haas. “Se ci verrà data la possibilità e avremo un po’ di fortuna faremo di tutto per approfittarne e portare a casa buoni risultati. E se capiteranno un paio di gare folli come l’anno scorso, forse ci sarà anche la possibilità di salire sul podio. Certo, sarebbe un sogno, ma dobbiamo essere in grado di sognare

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: