Oltre alla Power Unit, a partire dal 2022 la Williams monterà il cambio ed il sistema idraulico realizzati dalla Mercedes.

Dopo 45 stagioni di attività come team totalmente indipendente, dal 2022 la Williams cambierà pagina. Nella giornata di ieri, la scuderia di Grove ha infatti annunciato che amplierà la sua partnership tecnica con Mercedes. Il nuovo accordo prevede, oltre alla fornitura della Power Unit, anche quella di cambio e sistema idraulico. La decisione del nuovo management (il proprietario Dorilton Capital e il CEO Jost Capito) darà inizio ad una nuova epoca in casa Williams, che diventerà a tutti gli effetti, seppur in tono minore rispetto alla Racing Point, un team cliente della Mercedes.

“Williams Racing” – recitano i comunicati congiunti dei due team – “è felice di confermare che ha esteso la sua collaborazione tecnica con Mercedes, così da includere dal 2022 la fornitura di certi componenti trasferibili. Il team è stato spinto dal motore Mercedes-Benz sin dall’inizio dell’era ibrida nel 2014, e dal 2022 utilizzerà anche cambio e connesse componenti idrauliche di Mercedes. Williams ha da sempre costruito il proprio cambio e il proprio sistema idraulico internamente. Tuttavia, la partnership estesa con Mercedes le permetterà di adottare un processo di progettazione e fabbricazione in azienda più efficiente nel lungo periodo, permettendo al team di concentrare più efficacemente le sue risorse in altre aree di performance. Williams continuerà a progettare e fabbricare internamente altre parti del telaio.

Simon Roberts, Team Principal della scuderia di Grove, ha parlato così del nuovo accordo: “Sono felice di veder crescere il nostro grande rapporto con Mercedes oltre la fornitura di motori. Williams è un team indipendente, ma la Formula 1 è in costante evoluzione e come team dobbiamo reagire agilmente alla situazione attuale e avere le carte in regola per essere competitivi in pista. Questo accordo a lungo termine con Mercedes è uno step positivo e fa parte dei nostri obiettivi strategici, pur mantenendo intatte le nostre conoscenze interne di progettazione e fabbricazione.”

Queste invece le parole di Toto Wolff: “Siamo lieti di espandere la nostra cooperazione tecnica con Williams grazie a questo nuovo accordo. Per Williams ha senso acquisire integralmente il powertrain dopo aver utilizzato la nostra Power Unit dal 2014 e per noi, in termini di economie di scala, è sensato concedere la fornitura ad un altro team con l’avvento dei nuovi regolamenti. Questo è un progetto del quale abbiamo discusso a lungo con Williams e sono felice che siamo riusciti a materializzarlo”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: