Recentemente la McLaren ha rilasciato sul proprio sito un’intervista fatta a James Key e Andrea Stella, i quali hanno riflettuto ed espresso le loro opinioni sulla stagione appena trascorsa.

Prima parte: L’impatto del covid-19 sulla stagione

McLaren Il Covid quest’anno ha stravolto anche la Formula 1, e “A season like no other” è proprio la descrizione migliore. Andrea Stella ha descritto il modo in cui i team hanno dovuto collaborare con la FIA per rendere la stagione possibile:

“Il Covid-19 ha avuto un grande impatto sul modo in cui abbiamo corso. Abbiamo lavorato insieme alla FIA e alla F1, implementando parecchie politiche e diversi protocolli per proteggerci dal virus. Dobbiamo ringraziare anche loro se siamo riusciti a correre in sicurezza. In McLaren abbiamo creato un gruppo di persone proprio con l’obbiettivo di salvaguardare i membri del Team. I protocolli sono stati complessi, e abbiamo chiesto parecchio ai nostri ragazzi: sono stati distanti dal punto di vista sociale, ma hanno lavorato come una grande squadra. E cosa più importante, da quanto siamo tornati a correre nessun membro del team ha contratto il virus.”

Seconda parte: Best of the rest

La McLaren è stata protagonista, insieme a Racing Point e Renault, di una intensa battaglia nel gruppo centrale della griglia. Il team di Woking, nonostante alcune difficoltà, è riuscita ad ottenere il terzo posto nel costruttori grazie alla grande prestazione di Norris e Sainz nell’ultima gara della stagione. James Key ha spiegato quanto siano stati importanti gli aggiornamenti a stagione in corso:

“Siamo partiti molto bene quest’anno, sorprendendo molte persone. Probabilmente perché nei test invernali non abbiamo mostrato tutto il nostro potenziale. Abbiamo introdotto vari aggiornamenti durante la stagione, non velocemente come gli altri team, ma ci siamo presi il nostro tempo. Abbiamo studiato bene in che modo avevano impatto sulla vettura. La maggior parte di questi aggiornamenti hanno funzionato e migliorato la performance. La battaglia nel gruppo centrale con Renault e Racing Point è stata molto dura. Siamo stati bravi a capire quali erano i nostri punti deboli e migliorarli. Gli ultimi tracciati non erano adatti a noi, ma in vista del 2021 il nostro obbiettivo è quello di rinforzare proprio i nostri punti deboli, che sono importanti ma non fondamentali nell’architettura della monoposto.”

Sainz
#55 Carlos Sainz Jr Renault F1 Team.

Terza parte: Sainz e Norris, due piloti fondamentali Mclaren

Carlos Sainz e Lando Norris hanno disputato una grande stagione, spesso portando la MCL-35 oltre i suoi limiti. Il Team Principal, Andreas Seidl, ha affermato che i traguardi raggiunti quest’anno sono sopratutto merito dei piloti. Anche Andrea Stella ha rimarcato questo concetto:

“Alla fine, sono sempre i piloti ad essere nella macchina. Sono loro che devono andare in pista e performare per ottenere risultati. Non puoi portare punti a casa se i piloti non danno i loro contributo, e Lando e Carlos sono stati eccezionali quest’anno. Il livello di collaborazione tra loro due è stato incredibile. Quando i compagni tra di loro sono trasparenti ne giova tutto il team, aiutandoci a migliorare sempre la performance. Questo è stato grazie anche al carattere di Carlos e Lando, oltre che all’ambiente che abbiamo costruito. I piloti preferiscono aprirsi e darsi suggerimenti tra di loro, piuttosto che tenersi tutto dentro creando un potenziale danno.

Ricciardo Formula 1
Ricciardo Formula 1

Quarta parte: Il futuro con Daniel Ricciardo

James Key ha già lavorato con Daniel Ricciardo in passato, ai tempi della Toro Rosso, ed è convinto che darà un grandissimo contributo al team:

“Daniel è un pilota eccellente con cui lavorare. Avrà accumulato molta esperienza da quando lavoravamo insieme, quindi mi aspetto che darà molto al team. Arriva in McLaren come un pilota capace di vincere e lottare con i migliori in griglia. Andare d’accordo con Daniel è semplice, e so che avrà un effetto positivo su ogni membro del Team. Sarà un bel punto di riferimento per noi, e con Lando formerà una delle coppie più forti del paddock. Per il 2021 c’è anche del lavoro da fare dal punto di vista aerodinamico a causa dei nuovi regolamenti. Dobbiamo cercare di recuperare più downforce possibile. Arriverà anche la nuova PU Mercedes, con un nuovo cambio, ed anche lo chassis sarà ovviamente diverso.”

🏎Vuoi restare sempre aggiornato sul mondo della Formula 1 grazie a newsf1.it ? 🏎
ENTRA NEL NOSTRO CANALE TELEGRAM!
Potrai leggere i nostri articoli e anche confrontarti direttamente con appassionati come te. Ti aspettiamo!

Telegram

Link per l’iscrizione: https://t.me/newf1it

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: