Secondo l’austriaco la Ferrari soffre la pressione della Red Bull, che avrebbe provocato gli errori della Rossa nel GP di Monaco.

Gli errori strategici della Ferrari nel GP di Monaco continuano, ad una settimana di distanza, ad essere uno dei temi principali della F1. Le scelte errate del muretto box della Rossa hanno infatti privato Charles Leclerc di una meritata vittoria nella gara di casa, dopo che il monegasco aveva dominato con autorevolezza l’intero weekend. A sfruttare quest’occasione sono stati Sergio Pérez e la Red Bull, che ha allungato in entrambe le classifiche mondiali grazie anche al terzo posto di Max Verstappen. Intervistato dalla testata austriaca OE24, Helmut Marko ha fornito il suo punto di vista sull’andamento del campionato e sul recente GP di Monaco, sottolineando come la Ferrari abbia sbagliato a causa della pressione e delle mosse strategiche della scuderia anglo-austriaca.

F1 Red Bull Marko

“Non abbiamo ancora il mondiale in tasca.” – ha esordito il consulente della Red Bull – “Basta fare i conti: mancano ancora 15 gare e persino Russell è a soli 41 punti da Verstappen. Tutto è ancora possibile: credo che la Mercedes sia ancora in lotta per il titolo, perché la loro macchina migliora giorno dopo giorno, presto raggiungeranno il nostro livello. Sarebbe un errore darli per sconfitti, perché se torneranno ad avere la miglior macchina anche Hamilton diventerà un fattore. Al momento è spesso dietro a Russell perché gli sta andando tutto storto, è stato molto sfortunato. Un po’ come accadde a Vettel contro un Ricciardo all’esordio in Red Bull”.

Marko ha poi parlato del GP di Monaco, dove Pérez si è imposto a sorpresa su una Ferrari che ha commesso gravi errori a livello strategico: “Nel venerdì di Monte Carlo Pérez ha firmato il rinnovo di contratto, e ciò ha aumentato la sua motivazione. E’ davvero bello poter contare su una coppia di piloti come questa, che ci ha già portato cinque vittorie in questa stagione. La loro competitività non sarà un problema: Max non soffre la pressione e ha molta fiducia in sé. Gli errori della Ferrari? Li commette perché è sotto pressione: anche Leclerc la percepisce e ne risente. Queste sono le corse: a Monaco abbiamo indotto la Ferrari a reagire alle nostre scelte nei pit stop, e hanno sbagliato”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: