Il monegasco ha fugato le voci di una sua insoddisfazione per le prestazioni della Ferrari e di un possibile avvicinamento alla Red Bull.

Dopo una stagione 2020 disastrosa e vista la poca possibilità di sviluppare le vetture, quest’anno la Ferrari sta vivendo un periodo di transizione, concentrandosi principalmente sul rivoluzionario Regolamento Tecnico 2022. Dal punto di vista tecnico, il nuovo progetto rappresenta un’enorme incognita, dato che è impossibile prevedere quali saranno i team in lotta per il titolo dopo l’inverno. Tuttavia, la Rossa si appresta ad affrontare questa nuova sfida con una certezza: la coppia di piloti. Carlos Sainz, ambientatosi perfettamente a Maranello, e Charles Leclerc si sono più volte dimostrati estremamente veloci ed affiatati, tanto che in molti sostengono che alla Ferrari manchi solo una macchina competitiva per poter riconquistare il titolo. Secondo alcune recenti illazioni, tuttavia, proprio la mancanza di questo fattore fondamentale potrebbe aver scatenato il malcontento del monegasco, che, nonostante abbia firmato un contratto fino a fine 2024 con la Rossa, sarebbe stato contattato dalla Red Bull per formare un dream team con Max Verstappen nel 2022.

Voci molto fantasiose, che Leclerc ha sostanzialmente negato attraverso una vera e propria dichiarazione d’amore nei confronti della Scuderia di Maranello. Queste le parole del monegasco, ospite del podcast Beyond the Grid: “Non posso definire un rischio l’aver firmato con la Ferrari. Per me si tratta di un’opportunità incredibile. Non appena seppi che sarei diventato un pilota della Rossa, non potevo crederci: per me è un sogno. Per questo non l’ho mai considerato un rischio: stavo entrando a far parte per cinque anni del team per il quale ho sempre sognato di guidare. Ovviamente adesso stiamo attraversando un periodo più difficile, ma ciò non fa altro che motivarmi a spingere ancor di più in avanti il team per cercare di riportarlo nelle posizioni che merita”.

“Sarei certamente felice di spendere il resto della mia carriera in Ferrari.” – ha proseguito Leclerc – “Però sarei ancora più felice se riuscissimo a tornare alla vittoria, perché vincere è ciò che conta sia per me che per tutto il team. Ci stiamo impegnando al massimo per provare a riconquistare la vittoria, perché questo è ciò a cui la scuderia è abituata. Non è bello lottare nelle posizioni in cui ci ritroviamo adesso”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: