Charles Leclerc è convinto che la Ferrari non è in difficoltà come l’anno scorso, dichiarando di essere soddisfatto dalla sua simulazione di gara e qualifica e che non riterrebbe un buon risultato il sesto posto nelle prove ufficiali del Gran Premio del Bahrain.

Ai microfoni di Sky Sport F1, Leclerc ha difeso la Ferrari dopo il primo confronto diretto sul giro secco e passo con Mercedes e Red Bull, esprimendo la sua soddisfazione per la seconda giornata di test, facendo capire che la SF21 non ha ancora mostrato ancora tutto il suo potenziale.

Leclerc Test Video

Il monegasco non è preoccupato per la sua simulazione gara in cui ha avuto un ritmo lontano da quello di Sergio Perez. “Non credo che ci sia stato nulla di allarmante  abbiamo fatto molte prove, alcune positive altre meno, però alla fine abbiamo imparato molto e il feeling è stato abbastanza buono”.

Leclerc, invita tutti alla calma ricordando come molte volte in passato le prestazioni dei test non si sono confermate durante il mondiale. “Sono in Formula 1 da tre anni, e ho imparato che non è prudente fare molte ipotesi sui valori in campo basandosi sui riscontri dei test pre-campionato, è realmente difficile ora capire il potenziale dei nostri avversari”.

Invece Leclerc crede che l’aspetto positivo del Day 2, è che a differenza di ieri e di Mercedes e Aston Martin, la SF21 ha potuto girare senza problemi.. “Non abbiamo avuto problemi di affidabilità e questo è molto positivo, abbiamo coperto molti giri. Continueremo a lavorare, non vedo l’ora di essere qui per disputare la gara vera”.

La SF21 sembra dare ottime sensazioni e di poter essere protagonista nel mondiale e tornare sui livelli del 2019 a Leclerc, tanto da spingerlo ad affermare che l’obiettivo della Ferrari fra due settimane non deve essere la terza fila. “ Firmerei il sesto posto in qualifica tra due settimane? No, perché voglio di più”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: