L’equilibrio regna sovrano nelle prime libere di Imola, dove la Mercedes ha piazzato subito una doppietta. Bottas ha tenuto dietro Hamilton e Verstappen, ma anche la Ferrari sembra in gran forma.

Il week-end di Imola è iniziato con la prima sessione di prove libere, dove si è subito confermato l’equilibrio visto in Bahrain almeno sul giro secco. Valtteri Bottas ha piazzato al comando la sua Mercedes in 1’16”564, sfruttando un set di gomme Soft. Ad appena 41 millesimi troviamo l’altra W12, quella del leader del mondiale Lewis Hamilton, a conferma che la monoposto di Brackley sembra essersi subito ben adattata alle caratteristiche di questa pista.

Max Verstappen e la Red Bull targata Honda sono a 58 millesimi dal battistrada, ma l’olandese sarebbe potuto essere davanti a tutti se la Haas di Nikita Mazepin non fosse andata a sbattere all’ultima curva proprio prima della bandiera a scacchi. Pimpante anche la Ferrari, quarta con Charles Leclerc in 1’16”796. Il monegasco è tra coloro che hanno girato meno a causa di alcuni controlli sulla sua SF21 nella prima mezz’ora, ma questo non gli ha impedito di mostrare subito il potenziale della rossa. Le buone impressioni sono confermate da Carlos Sainz, sesto e con lo stesso tempo di colui che lo precede, ovvero Pierre Gasly. L’AlphaTauri conferma il grande stato di forma di questo inizio di stagione.

Ottimi segnali anche sul fronte Alpine, visto che Fernando Alonso si è spinto sino al settimo posto anche se con un distacco che è vicino al secondo. Dietro lo spagnolo c’è l’Aston Martin di Lance Stroll, mentre una grande Williams con Nicholas Latifi è addirittura nona. La McLaren di Daniel Ricciardo ha chiuso la top ten, ma il team di Woking non è di certo andato alla ricerca della prestazione pura. La conferma arriva da Lando Norris, solo tredicesimo dietro a George Russell ed all’Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen. Non parte benissimo il week-end di Sebastian Vettel, subito staccato di mezzo secondo dal compagno di squadra ed appena davanti ad Antonio Giovinazzi.

Dietro al pilota pugliese troviamo Sergio Perez ed Esteban Ocon, ma la loro sessione è terminata anzitempo per via di un presunto contatto alla Villeneuve. Le monoposto hanno riportato alcuni danni, costringendo la direzione gara alla bandiera rossa. In chiusura ci sono le solite Haas di Mazepin e Mick Schumacher, seguite da Yuki Tsunoda che ha sofferto di alcuni problemi sulla propria monoposto. Alle 14:30 la seconda sessione di libere.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: