Prove libere 2 Monza, la Ferrari è davanti ma la Mercedes risponde presente. Seguono Vettel e Bottas con le Red Bull non lontane dalla vetta

Si conclude la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia. A Monza è la Ferrari che comanda le operazioni, con Charles Leclerc al top sia al mattino che al pomeriggio. La rossa del monegasco ha calzato le gomme Soft per arrivare a girare in 1’20”978, confermando il suo incredibile stato di forma dopo il trionfo in Belgio. Charles ha approcciato alla perfezione su questa pista ed appare ancora volta lui la punta di diamante della squadra di Maranello.

Se ci si aspettava una Ferrari in netto vantaggio rispetto alla concorrenza viste le caratteristiche della pista brianzola, il venerdì monzese ha subito cambiato le carte in tavola. Al secondo posto c’è infatti la Mercedes di Lewis Hamilton, attardato di appena 68 millesimi dal battistrada. Il campione del mondo ha effettuato il suo giro molto più tardi delle rosse, ma anche con una pista che si era leggermente bagnata a causa di un lieve scroscio di pioggia. Questo conferma che le frecce d’argento saranno sicuramente della partita, vogliose di ribadire il proprio dominio in Italia nell’era ibrida. Monza prove libere 2 

La terza piazza è di Sebastian Vettel, dopo una giornata non facilissima. Il tedesco ha spesso commesso degli errori alla Prima Variante, bloccando in staccata ed arrivando lungo. Seb ha girato in 1’21”179, dimostrandosi molto a suo agio nel primo tratto della pista per poi andare a perdere molto rispetto al compagno di squadra. Quarto Valtteri Bottas in 1’21”347, anche lui rimanendo a discreta distanza da Hamilton.

Non sono distanti le Red Bull targate Honda, con Max Verstappen quinto davanti ad Alexander Albon. L’olandese ha chiuso ad appena 3 millesimo da Bottas, mentre il thailandese è staccato di tre decimi dal compagno. Il gap dai primi quattro è piuttosto contenuto specialmente con Max, che ha rivelato anche un passo gara piuttosto positivo. I progressi del motorista giapponese sono confermati da Pierre Gasly, che ha piazzato la sua Toro RossoHonda al settimo posto proprio alle spalle della sua ex squadra. Bene anche Daniil Kvyat che è decimo, dietro alla Renault di Daniel Ricciardo ed alla Haas di Romain Grosjean.

Undicesimo Hulkenberg, mentre dopo la grande prova del mattino ha deluso la McLaren, con Sainz undicesimo e Norris diciottesimo dopo aver perso gran parte della sessione a causa di un problema tecnico sulla sua monoposto. Tredicesimo Magnussen, mentre non hanno convinto neanche le Alfa Romeo Racing, con Kimi Raikkonen quattordicesimo ed Antonio Giovinazzi diciassettesimo. A sorpresa anche le Racing Point non hanno trovato il passo giusto, visto che Stroll e Perez sono nelle retrovie. Chiudono le Williams di Kubica e Russell. Domani alle 12 la terza sessione di libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: