I piloti ed il team principal hanno commentato l’avvento della nuova Ferrari che è stata svelata poco fa nel Teatro Valli di Reggio Emilia. Ecco le loro parole.

La Ferrari ha svelato questo pomeriggio la nuova SF1000, l’arma che dovrà consentire a Charles Leclerc Sebastian Vettel di dare l’assalto al mondiale. All’evento sono ovviamente intervenuti i due alfieri rossi, assieme al team principal Mattia Binotto che sarà al via della seconda stagione come responsabile della Scuderia. Di seguito le dichiarazioni del tris d’assi di Maranello e le prime parole dei protagonisti.

Binotto: ”Presentare una nuova monoposto è sempre un emozione e riprendo la celebre frase di Enzo Ferrari: ”Chiedete un bimbo di disegnare una macchina e la farà rossa. Credo che questa emozione è quella che noi proviamo in fabbrica progettando la nuova macchina, per poi svilupparla ai banchi di prova ed eseguire tutte le procedure. Dopo un intero anno di sviluppo è emozionante togliere i veli alla nuova creatura. Si tratterà di una stagione molto particolare, in cui andremo a da celebrare  i 1000 gp. Noi ci siamo sempre stati, non abbiamo mai saltato un anno e siamo i più vincenti. Essere arrivati alle 1000 gare è speciale ed incredibile. Ne siamo orgogliosi e vogliamo lottare per il mondiale, saremo sempre in F1 guardando al futuro. Questa è la 66esima vettura costruita dalla Ferrari, frutto di tanto lavoro e sacrificio, di sforzi e passioni, ovvero tutti valori del nostro #essereferrari. La grande sfida di questa stagione sarà quella di dover lavorare su due fronti, ovvero lo sviluppo del modello 2020 e quello 2021, anno che rappresenterà un cambiamento epocale. Sulla SF1000 abbiamo fatto enormi sforzi per ridurre i pesi e le distribuzioni sul posteriore, mentre anche la power unit è stata perfezionata. La monoposto può sembrare simile alla precedente, ma tutti i concetti sono stati estremizzati”.

Leclerc: ”Molte cose sono cambiate rispetto allo scorso anno. Ho molta più esperienza e conosco sia il team che la vettura, anche se questa rappresenta un’evoluzione della precedente. Ho molta fiducia e la stagione sarà una grande sfida, non vedo l’ora che inizi. Fisicamente mi sono preparato al meglio e darò tutto ciò che ho, ma dal canto mio penso di essere stato molto vicino al team per aiutarli a costruire la macchina migliore”.

Vettel: ”Dietro a questa monoposto ci sono tantissime ore di lavoro. Mi piace già, anche se ovviamente io avevo già avuto occasione di vederla confrontandola anche con il modello 2019. Le differenze si vedono, specialmente nella parte posteriore dove è tutto più ristretto. Il lavoro è stato eccellente perchè a questi livelli non è mai facile migliorarsi di anno in anno. Mi sento anche un pò italiano, amo il cibo ma soprattutto mi piace la gente di questo paese ed ho un’enorme passione per la Ferrari, per la macchina rossa. Questo marchio è parte della storia d’Italia”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: