Le Mercedes rifilano quasi mezzo secondo a Vettel e Leclerc, nelle prove libere del GP di Francia.
Lontani gli altri

Si chiudono le prove libere al Paul Ricard, dove tra poco si deciderà la griglia di partenza del Gran Premio di Francia. Le Mercedes hanno confermato la schiacciante superiorità dimostrata ieri, piazzando l’ennesima doppietta anche nell’ultima sessione. Valtteri Bottas è stato ancora una volta il più veloce di tutti, assicurandosi la prima posizione girando in 1’30”159 con gomme Soft. Lewis Hamilton ha continuato a commettere qualche errore di troppo, ma rispetto al venerdì si è nettamente avvicinato portandosi a 41 millesimi dal compagno di squadra. La lotta per la pole position sembra blindata ai due alfieri di Brackley, visto il netto vantaggio messo in mostra dalle frecce d’argento.

La Ferrari continua ad inseguire da lontano. Charles Leclerc è terzo in 1’30”605, attardato di quasi mezzo secondo rispetto al battistrada. Vicinissimo a lui Sebastian Vettel, con una differenza tra i due pari a 28 millesimi. Le rosse sono state molto veloci nei primi due settori, dove hanno realizzato i migliori tempi assoluti. La sofferenza continua ad essere l’ultima parte del tracciato transalpino, visto che il ritardo accumulato a fine giro viene proprio dal tempo perso in quel tratto. 39”7 il parziale di Bottas, contro il 40”1 delle Ferrari. Decisamente troppo, cosa che indica che la nuova ala anteriore non ha minimamente risolto i problemi di questa vettura in inserimento e percorrenza delle curve lente.

Soffrono molto anche le Red Bull targate Honda. Max Verstappen è quinto, ma non è andato oltre un 1’31”538 che lo pone a quasi un secondo e mezzo dalle Mercedes, un’eternità. A meno di un decimo da lui c’è Pierre Gasly, dimostratosi molto a suo agio sulla sua pista di casa. Continua a stupire la McLaren, con Lando Norris che è settimo in 1’31”654. Bene anche il compagno di squadra Carlos Sainz che è nono, alle spalle della Renault di Daniel Ricciardo. Chiude la top ten un positivo Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Racing. Antonio Giovinazzi è dodicesimo subito dietro a Nico Hulkenberg, ma vedremo se il team di Hinwil riuscirà a confermarsi in qualifica.

Fino ad ora pessimo il fine settimana per la Toro Rosso-Honda e la Haas. Albon è tredicesimo con Kvyat diciassettesimo per la Scuderia di Faenza, mentre in mezzo a loro ci sono Grosjean, Magnussen e la Racing Point di Perez. Stroll è diciottesimo e precede le Williams di Kubica e Russell. Alle 15 le qualifiche.