Le rosse hanno piazzato due doppiette nelle sessioni del venerdì, ma le frecce d’argento sono molto forti sul passo gara. Le previsioni promettono acqua e fresco

Il venerdì del Gran Premio di Germania è andato in archivio con le due Ferrari che si sono prese i titoli di giornata. Charles Leclerc e Sebastian Vettel hanno messo in mostra un ottimo potenziale per quanto riguarda la SF90, in grado di adattarsi velocemente al tracciato di Hockenheim. Il nodo da sciogliere riguarda il terzo settore, dove come previsto la rossa rimedia un gap pesante dalle Mercedes. Il tutto viene compensato da un’eccellente performance specialmente nel tratto centrale, dove la power unit di Maranello la fa da padrone per il momento.

L’equilibrio tra le forze in campo è stato confermato anche dalla simulazione di passo gara. A Silverstone era stata evidente l’inferiorità della rossa in condizioni di carico di carburante, mentre oggi l’impressione è stata quella di una Ferrari capace di battagliare con le W10. Il ritmo di Leclerc è stato particolarmente positivo con le gomme dure, ma anche Vettel ha fatto il suo con le medie. La sensazione è che la Ferrari punti molto su queste mescole per la gara, accantonando probabilmente le Soft.

Nelle ultime due gare, il team di Maranello ha deciso di partire proprio con questa mescola contro le medie degli avversari, scelta poi rivelatasi controproducente. Probabilmente gli errori hanno insegnato e sarà da vedere se nel Q2 di domani i ferraristi punteranno alla qualificazione proprio con la mescola gialla. Tutti questi discorsi potrebbero rivelarsi vani. Il caldo soffocante era atteso per oggi, mentre già da domani il tutto dovrebbe cambiare drasticamente. Le temperature massime saranno di oltre dieci gradi inferiori rispetto ad oggi e la piove sarà la grande protagonista.

Stando alle previsioni, qualcosa potrebbe cambiare nuovamente domenica. Per tutta la settimana si è parlato di una gara bagnata, mentre ad oggi sembrerebbe che il tempo resti nuvoloso ma senza scrosci di pioggia. L’aria e l’asfalto saranno relativamente freddi, cosa che si augurava la Mercedes. Come dichiarato da Toto Wolff, le frecce d’argento temono particolarmente il caldo, evenienza che le aveva messe in grossa difficoltà in Austria. Con il ritorno ad un clima mite invece, tutto tornerebbe a fare il gioco delle frecce d’argento, che con il nuovo telaio volto a migliorare il raffreddamento hanno compiuto comunque un passo in avanti in condizioni difficili.

La grande assente della giornata è stata la Red Bull targata Honda. Le vetture anglo-austriache sono risultate piuttosto distanti da Ferrari e Mercedes sia in qualifica che in gara, dove di solito si esprimono al meglio. Max Verstappen è quinto a sette decimi da Leclerc, confermandosi in difficoltà con il pieno di benzina. Peggio è andata a Pierre Gasly, autore di un brutto errore in uscita dall’ultima curva che lo ha portato a picchiare contro le barriere. Il francese non ha riportato conseguenze ed ha subito ammesso la sua colpevolezza via radio.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: