Le prove libere si chiudono con la miglior prestazione di Lewis Hamilton davanti a Verstappen e Pérez. I distacchi tra tutti sono molto ristretti.

Con la bandiera a scacchi sulle FP3 si chiude il programma di prove libere del weekend del GP d’Ungheria, undicesimo round della stagione 2023 di F1. In una sessione assai calda e ventosa, a primeggiare è stato, un po’ a sorpresa, Lewis Hamilton in 1:17.811. Il sette volte campione del mondo ha realizzato un ottimo tempo, mettendo ben 0.250″ tra sé e Max Verstappen, il grande favorito del weekend. L’olandese si è concentrato inizialmente sul passo gara e ha mostrato un ritmo eccezionale sulle medie, ma nella simulazione di qualifica ha lamentato uno scarso grip, perdendo dalla W14 in tutte le curve lente del tracciato ungherese. A sei millesimi dal campione del mondo si è piazzato Sergio Pérez, protagonista finalmente di una sessione lineare e competitiva. Sul passo gara il messicano si è dimostrato veloce, ma comunque distante da Verstappen.

Quarto tempo a +0.266″ per il solito Hulkenberg, ormai affermatosi come specialista del giro secco, davanti a Norris, che tuttavia non ha montato una soft nuova per simulare il giro secco. L’inglese si propone così come un candidato alla Pole Position insieme ad Hamilton e alle due Red Bull, mentre è ancora da capire il rendimento delle due Ferrari. Nella prima parte della sessione, le due vetture di Maranello si sono concentrate sul passo gara su gomma media, mostrando un ritmo circa un secondo al giro più lento rispetto a quello di Verstappen. Nella simulazione di Qualifica i due piloti hanno mostrato una buona performance, a circa un decimo dalle Red Bull, ma i distacchi molto risicati tra tutti i piloti li hanno portati a concludere in settima e ottava posizione. Davanti a Leclerc ha chiuso anche Russell, distante dal compagno di squadra, mentre dietro a Sainz hanno completato la top ten Alonso e Bottas.

La seconda metà della classifica è aperta da Stroll, seguito da Zhou (protagonista di un’incomprensione potenzialmente pericolosa con Ricciardo, diciottesimo) ed Albon. Seguono Piastri, Magnussen, Gasly e Sargeant: fino all’americano, i piloti sono racchiusi in 1.003″, quindi la Qualifica promette di essere davvero emozionante. Ricciardo, Ocon e Tsunoda chiudono la classifica, ma tutti e tre hanno girato con gomma media.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: