Ormai, l’accordo dello scorso anno tra la FIA e la Ferrari non è più un mistero. La Scuderia ormai deve solo pensare a guardare avanti e muoversi nella giusta direzione in vista del 2022, ma a che punto siamo? La testata GrandPrix247 ha fatto un’analisi molto interessante a riguardo.

Se pensiamo a dov’era la Ferrari negli ultimi 3 anni sicuramente ci saremmo aspettati un campionato 2020 diverso per la rossa. Alcune prestazioni come quelle a SPA nel 2018 e Monza nel 2019 rimarranno per molto tempo nel cuore dei Ferraristi, ma nell’ultimo anno la storia è cambiata. In peggio.

Prendendo in considerazione 8 circuiti* presenti ogni anno dal 2014 ad oggi ed analizzando i giri in qualifica, il quadro Ferrari 2020 è tragico. La rossa lo scorso campionato ha girato a SPA più lentamente che nel 2017, ed ha girato solo un decimo meglio in Bahrain sempre rispetto a 4 stagioni fa. I tempi in qualifica, invece, in Austria, Monza, Abu Dhabi e Spagna sono stati più lenti di quelli del 2018.

*Red Bull Ring, Hungaroring, Silverstone, Catalunya, SPA, Monza, Sochi, Bahrain e Yas Marina.

Se, invece, prendiamo in considerazione le prestazioni della Mercedes, arriviamo alla conclusione che nel 2020 la Ferrari in qualifica è stata in media 1.381 Secondi più lenta della Mercedes. Una prestazione media addirittura peggiore rispetto al 2014. Praticamente è come se gli ingegneri di Maranello avessero perso 5 anni di lavoro.

Come ha già detto Mattia Binotto, la Ferrari sta lavorando duro per recuperare il gap, ma sicuramente non sarà facile. Per ora le sensazioni sul 2021 e sul nuovo motore sono positive, e ci si aspetta buoni miglioramenti rispetto alla SF1000. La SF21 sarà presentata il 10 marzo, in vista dei test pre-stagionali in Bahrain.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: