A dir poco sconcertanti le parole parole rilasciate dal Team Principal della Ferrai che analizzavano il penultimo giorno di test al Montmelò.

Il primo posto di Sebastian Vettel non è bastato a convincere gli animi della Rossa. A mettere in dubbio la reale forza della Ferrari è stata la Racing Point, scuderia che, negli ultimi giorni, è molto criticata per aver delle somiglianze con la Mercedes W10. Il tempo di Stroll, soltanto 0.227 più lento di Seb, è stato ottenuto con una mescola C3, ovvero due mescole di svantaggio dal pilota del tedesco. Per questo non si riesce a capire il reale potenziale della Ferrari.

Mattia Binotto, Team Principale della Ferrari analizza così il Day 4 dei test: “Penso che se confrontiamo la velocità della nostra monoposto attuale con quella della passata stagione siamo sicuramente molto più veloci in curva e più lenti sui rettilinei, ed è ciò che ci aspettavamo. È sufficiente questo per essere i più veloce in assoluto? No, quindi significa che la velocità complessiva della macchina non è ancora sufficiente per essere in grado di puntare alla vittoria all’inizio di stagione”.

Le nostre simulazioni” ha aggiunto l’ingegnere, “non sono state di certo le più veloci, ma la stagione che ci aspetta è molto lunga, quindi completiamo il test, vediamo domani come andrà la giornata con Charles e proseguiamo a lavorare”.

Parole che non sono per niente confortanti per l’inizio del Mondiale. C’è da dire, però, che queste prestazioni non erano reali in quanto si girava su una pista molto green a causa della pioggia caduta nella notte e del forte vento. Non ci resta che analizzare i dati dell’ultima giornata di test.

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: