LEWIS HAMILTON, voto 10, oramai nella nostra pagella potremmo fare semplicemente copia-incolla almeno per le prime due posizioni, il Britannico costruisce il successo al sabato sotto una debole pioggia,fila via liscio come l’olio, consuma poco le gomme e poca benzina (record in questo GP) solo una piccola sbavatura forse per essersi un poco deconcentrato, nonostante sempre davanti si migliora ogni qual volta deve rientrare al box come fanno i grandi Campioni. COSTANTE!!!

NICO ROSBERG, voto 8 ½ , paga il voto basso per le prestazioni del sabato quando nella foga di essere davanti al compagno di squadra rovina i due giri buoni, uno addirittura girandosi all’ultima curva davanti al traguardo, si sta forse innervosendo, è ancora primo nella classifica Iridata ma la terra sotto i piedi comincia a tremare, fa comunque una buona gara anche se non parte per niente bene, molto aiutato dalla vettura, il mezzo punto in più è per il giro veloce che Hamilton ha provato a fare inutilmente. ILLUSO!

FERNANDO ALONSO, voto 9 ½ , qualcuno lo ha visto in grande forma come in passato, la realtà è che lui la sua parte la fa sempre, parte bene, anticipa la sosta semplicemente perché con le gomme ‘morbide’ inizia subito ad essere lento, sopravanza comunque i diretti avversari, è regolare nei tempi dello stint di metà gara e alla fine è protagonista di una prestazione veramente SUPER riuscendo a tenere ben lontana la Red Bull, un Pilota con la ‘P’ maiuscola. EL TORO!!!

DANIEL RICCIARDO, voto 9, dopo tutti i problemi di inizio campionato tra squalifiche e problemi vari sforna una prestazione da urlo, soprattutto se confrontata con il suo compagno di squadra, è sensibile sul gas, lascia andare la vettura che è un piacere, protagonista di prestazioni buonissime nell’ultimo stint con una ottima gestione delle gomme, il piede c’è, la testa anche, una benedizione per la Red Bull che se dovesse contare solo sul compagno di squadra… INDOMABILE!!!

SEBASTIAN VETTEL, voto 6, vorrebbe rendere la vita difficile a tutti, ma gli riesce solo per pochi attimi, soffre con le gomme a causa della sua guida, abituato come era a viaggiare su una pista polistil, ma con queste vetture c’è da ‘lavorare’ veramente di fino cosa che gli riesce veramente male, ci si mette anche il muretto, a cui tanto deve, e che ora chiede il conto con ordini di scuderia non proprio chiari, gli viene comunicato di far passare Ricciardo perché è su 2 soste, quindi il Tedesco dovrebbe farne 3, cosa che non accade, mette su una piccola scaramuccia con l’Australiano per 2-3 curve facendolo poi passare, provando a vedere se riesce a tenerlo dietro, a nulla vale il suo Palmares, un passato con cui non può modificare il presente, passato dalla Caterham che si sdoppia, peccato non aver sentito il commento alla radio col box. UMILIATO!!!   

NIKO ULKENBERG, voto 7, fa il suo dovere in una gara apparentemente opaca, ma solo per l’attenzione dedicata a ciò che accadeva davanti a lui, è il primo degli altri, batte le Williams e approfitta dei problemi altrui, è sempre lì, con assiduità, ma comunque in un GP senza picchi prestazionali particolari. PERSISTENTE!

VALTTERI BOTTAS, voto 6, è tenace ma gli manca il guizzo, protagonista di una toccata ad inizio gara risale la china a testa bassa, andando però a ‘sbattere’ contro il ‘muro Hulkenberg’ gli sta dietro per tanti giri ma senza riuscire a passarlo. RIMANDATO!

KIMI RAIKKONEN, voto 6, fa il suo dovere tra gli innumerevoli problemi della vettura e del suo stile di guida che ‘non può cambiare da un momento ad un altro’, si teme venga risucchiato dal fortissimo compagno di squadra, eppure tutti lo aspettano fiduciosi in attesa di qualche sua impennata prestazionale. DELUSO!

SERGIO PEREZ, voto 7 ½ , anche in questo GP ci mette del suo riportandosi alla luce dopo periodi non proprio brillanti, parte lontanissimo (16°) e riesce nell’impresa di andare a punti passando anche Kvyat, è determinato e paziente, un parente lontano del Perez dello scorso anno. IN CRESCITA!

DANII KVYAT, voto 7, batte il suo compagno di squadra molto più esperto, fa una gara accorta sfruttando il mezzo ma mai andando ‘sopra le righe’, sapiente e veloce, si scansa quando arrivano le Red Bull e questo gli costa ½ voto in pagella. FUTURO ROSEO!

 

Mc Laren NG porta entrambi i piloti alla bandiera a scacchi ma quanta sofferenza in attesa della Honda!

LOTUS NG questa volta si scambiano i ruoli Maldonado e Grosjean, con il secondo che non arriva al traguardo, ci si mette anche la Renault che porta pezzi col misurino, problemi a pagare i fornitori? Maldonado nervoso per i soldi portati in cassa, un peccato soprattutto per il Francese che lo scorso anno si è ben messo in luce.

SAUBER NG non pervenuta la scuderia Elvetica, fatica e tanto a trovare il bandolo della matassa, un peccato davvero per un Team che negli anni passati viaggiava su ben altri piani.

FIA voto 3 a qualcuno piace sventolare la bandiera a scacchi tanto che lo fanno per ben 2 volte, fortuna che capita al giro 55, dei 56 previsti, e non al 2°. IN CONFUSIONE!!!

Marco Asfalto   

Twitter : @marcoasfalto

Seguici su Facebook Clicca su Mipiace

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: